Auto più lente per ridurre lo smog

È entrato in vigore il limite di velocità a 80 km orari sulla A2, Chiasso – svincolo di Lugano Nord, e sulla A394 Mendrisio – Gaggiolo.

Misure in arrivo anche in Canton Ticino per contrastare l’emergenza smog. Nei giorni scorsi nel Sottoceneri, e in particolare nel Mendrisiotto, sono stati registrati significativi valori oltre il limite dell’ordinanza contro l’inquinamento atmosferico (OIAt). Le previsioni di MeteoSvizzera indicano che le condizioni meteorologiche rimarranno sostanzialmente stabili nei prossimi giorni. Non sono perciò previste precipitazioni di rilievo. I venti sulle Alpi soffieranno deboli generalmente da est o
sudest. Non vi sarà una fase di vento da nord prima di venerdì prossimo, per cui la massa d’aria presente in pianura a sud delle Alpi non sarà cambiata.

Sulla base di queste considerazioni il Dipartimento del territorio ha deciso di adottare dei provvedimenti, in particolare la limitazione di velocità, a eccezione dei veicoli prioritari in servizio d’urgenza (polizia, pompieri, ambulanze, stato maggiore di condotta) generalizzata sulle autostrade e semiautostrade a 80 Km/h, come pure divieto di sorpasso sulle autostrade e semiautostrade per i veicoli pesanti. È inoltre stato stabilito il divieto assoluto di accendere fuochi all’aperto. 

Riduzione di velocità, i dettagli: La riduzione della velocità entrerà in vigore oggi, venerdì 28 gennaio, a partire dalle ore 16:00, sulla tratta autostradale A2, Chiasso – svincolo autostradale di Lugano Nord, e sulla semiautostrada A394 Mendrisio – Gaggiolo.

Il Dipartimento del territorio ricorda che sono attivi diversi canali, dove è possibile informarsi sullo stato dell’aria:
• I siti internet www.ti.ch/aria e www.ti.ch/oasi;
• gli appuntamenti radio del lunedì (13.55 su Rete 1 RSI);
• la segreteria telefonica del DT (tel. 091/814.37.47);
• il bollettino settimanale pubblicato sui tre quotidiani ticinesi;
• tramite SMS con il proprio cellulare inviando il messaggio “aria Ti” al
numero 20120.

Raccomandazioni alla popolazione – In questo periodo particolare di smog invernale accentuato, il DT ricorda alla popolazione alcune misure atte a diminuire le emissioni di PM10.
In alternativa al veicolo privato è possibile scegliere il trasporto pubblico approfittando delle offerte specifiche. L’auto è talvolta sostituibile con gli spostamenti a piedi o in bicicletta. Se è necessario utilizzare il mezzo privato, si può scegliere di condividere i viaggi con chi ha la medesima destinazione; infine, uno stile di guida moderato aiuta a ridurre le particelle prodotte dall’abrasione dei freni o dalla risospensione delle polveri in strada.

Riducendo le temperature in casa (circa 18° nella stanza da letto e tra 19° e 21° nelle altre stanze) è possibile dare un ulteriore contributo alla diminuzione delle emissioni di PM10.Rinunciare all’uso di combustibile solido (legna, carbone ecc.) per impianti di riscaldamento secondari, come ad esempio i caminetti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.