Passa da Varese il tir per imparare a raccogliere gli olii esausti

Oltre 2.310 tonnellate di oli usati raccolte in provincia nel 2011. Ma lo scopo del Consorzio Obbligatorio degli Oli usati è arrivare al 100%: per questo girano l'Italia in camion per sensibilizzare i cittadini

Olii usatiVarese si comporta bene con gli oli usati, ed è disciplinata nel raccoglierli, con un trend che è in continua crescita. A dirlo son i dati raccolti dal  Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati: oltre 2.310 tonnellate di oli lubrificanti usati raccolte nella provincia di Varese nel 2011, su un totale di 37.707 tonnellate recuperate nella Regione Lombardia, un dato in aumento rispetto alle 2.129 tonnellate raccolte l’anno precedente. Dati che sono stati resi noti dal Consorzio nell’incontro che si è tenuto in piazza della Repubblica – nell’ambito di “CircOLIamo 2011-2012”, la campagna educativa itinerante che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul corretto smaltimento dei lubrificanti esausti.

«Vogliamo sensibilizzare i privati perché siamo in un momento particolare: c’è la crisi, e la tentazione di fare il “fai da te” nel cambio dell’olio per risparmiare è notevole – spiega Alberto Hermanin, responsabile della campagna educativa del Consorzio – mentre è importante che anche i singoli cittadini si sensibilizzino sull’argomento».

La situazione, comunque, è ottima, l’Italia è un eccellenza europea in questo speciale tipo di riciclo: delle 431.000 tonnellate di olio lubrificante immesse al consumo nella nazione durante il 2011, il Consorzio ha raccolto 189.267 tonnellate di oli usati, cioè oltre il 95% del potenziale raccoglibile. «I risultati sono soddisfacenti – ha spiegato Sebastiano Di Ficcio, coordinatore per il Nord Ovest della rete di raccolta del COOU – ma il nostro obiettivo resta quello di raccoglierne il 100%. E per fare ciò abbiamo bisogno della collaborazione di tutti, dalle amministrazioni alle imprese, passando per i singoli cittadini».

PIl tavolo dei relatorier questo motivo il Consorzio ha ideato la campagna informativa itinerante “CircOLIamo”, che – grazie a un tir che contiene una vera e propria aula video e giochi interattivi per i ragazzi – nel 2012 raggiungerà 59 province italiane e quest’oggi ha fatto tappa a Varese, in piazza della Repubblica.

«Sono due, in particolare, i messaggi che vogliamo comunicare – ha continuato Di Ficcio – da un lato i pericoli che possono derivare dal contatto con i lubrificanti usati o dalla loro dispersione nell’ambiente, dall’altro i vantaggi per il sistema Italia che derivano dal riutilizzo degli stessi oli esausti. Con il nostro lavoro salviamo l’ambiente e al contempo aiutiamo il Paese a risparmiare nelle importazioni di petrolio».

Questa mattina in particolare, ad imparare e giocare con Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati, sono stati gli studenti della media Righi. «L’amministrazione ha patrocinato l’iniziativa, dopo le positive esperienze degli anni passati – ha detto l’assessore alla Tutela Ambientale del Comune, Stefano Clerici – Ci interessa seguire da vicino attività di questo tipo, per migliorare la raccolta ed arrivare al 100%. L’obiettivo è innanzitutto educativo: guardiamo con un occhio riguardo alle campagne di sensibilizzazione sulla sostenibilità ambientale. Affidare gli oli a mani sapienti come quelle del Consorzio significa farne una risorsa importante e non un rifiuto da eliminare ma da rigenerare».

Soddisfazione anche per l’assessore provinciale all’ambiente, Luca Marsico, già presente agli incontri della prima campagna, nel 2008 «Da allora molte cose sono cambiate qui, in termini di sensibilizzazione alla raccolta differenziata – ricorda Marsico – Ora abbiamo anche un piano rifiuti provinciale, che allora non c’era».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.