Choc Pro Patria, Vavassori se ne va

Con un comunicato stampa sul sito ufficiale Tigrotto l'ormai ex patron dichiara di cedere le quote della società

Dopo due anni tranquilli che hanno fatto della Pro Patria una delle realtà più stabili nel panorama della Lega Pro, è arrivata oggi la notizia che potrebbe sconvolgere il mondo del calcio a Busto Arsizio: Pietro Vavassori ha diramato un comunicato stampa sul sito ufficiale della società dichiarando di volere cedere le quote della società.
Questo il comunicato:

   
Dopo lunga e travagliata riflessione, ho deciso di concludere la mia emozionante esperienza con la Pro Patria. Motivi professionali e personali mi spingono a prendere la sofferta decisione di cedere le quote della società. 

Un sincero ringraziamento a tutti coloro che ci hanno seguito in questa entusiasmante avventura: i tifosi che con il loro straordinario calore ci hanno sempre supportato anche nei momenti difficili e nelle trasferte più distanti, i giocatori e gli allenatori che con cuore e sudore ci hanno regalato tante soddisfazioni consentendoci di vincere due campionati consecutivi; lo staff tecnico, la segreteria e tutti coloro la cui professionalità e dedizione ha permesso alla Pro Patria di essere un esempio nel panorama calcistico di Lega Pro contribuendo al successo e alla promozione della squadra. 

Auguro un brillante futuro alla  Pro Patria che mi rimarrà sempre nel cuore.

Pietro Vavassori

Ora bisognerà capire quale sarà il futuro della Pro e se ci sono già dei compratori pronti a prendere la società. In un’intervista pubblicata questa mattina dal quotidiano "La Provincia di Varese" Vavassori spiega il perchè di questa decisione: «La città e i tifosi mi hanno deluso – ha detto il patron – sono rimasto ancora un anno grazie al supporto del direttore Ferrara che mi diceva "vedrai la gente ora ha capito" ma non è stato così. Busto non mi ha permesso di fare calcio». Insomma molto rancore per un presidente che non è mai stato amato davvero dai suoi tifosi. Ora il nodo è il futuro della società e la prossima iscrizione, che scade alla fine di questo mese, della squadra al campionato di Prima Divisione. Vavassori ha ricevuto qualche proposta e sta incontrando possibili acquirenti ma al momento, su questo punto, c’è massimo riserbo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 giugno 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.