Robur sorpresa da Mortara, tris di vittorie in Serie C

La Coelsanus si impantana al Campus e cede ai pavesi; sconfitta onorevole per la Ltc a Siena. In A2 Gold Legnano batte Roseto. Turno eccellente per Saronno, Gazzada e Valceresio

SERIE A2 – Ultima gara del girone di andata per Legnano che si impone per 82-74 sul Roseto e che non sembra così sentire troppo l’infortunio di Milani. Alla palla a due scatta meglio Roseto ma Legnano, guidato dal solito Krubally e da un eccellente Merchant (7 punti, 4 assist) prima pareggia sul 14-14 e poi effettua il sorpasso con il 20-17 del 10′. Gli Sharks ripartono bene mettendo in apprensione Legnano che però reagisce; il vantaggio della Europromotion arriva da una tripla di Arrigoni, annullata subito dal centro di Pitts. Il secondo periodo si chiude però con una ingenuità dei Knights che lasciano la tripla di chiusura a Jackson per il 36-39 prima della pausa lunga. Al rientro dal tunnel ulteriore vantaggio di Roseto, ma Petrucci e Krubally (26 punti, 14 rimbalzi, 37 di valutazione) permettono all’Europromotion di riportarsi prima sul +3 (48-45), a cui segue il +5 (59-54) del 30′. L’ultima frazione di gioco è caratterizzata dalla caparbietà degli abruzzesi che provano a non mollare ma l’Europromotion è più fredda e sigilla la gara con una bomba di Arrigoni. Una vittoria quella al PalaEuroImmobiliare che esalta l’ambiente e porta i Knights al nono posto in classifica, in acque più sicure per la lotta salvezza.
Classifica: Ravenna, Treviso 22; Reggio Calabria, Treviglio 20; Recanati, Tortona 18; Omegna, Ferrara 16; LEGNANO, Chieti 14; Imola, Scafati 12; Latina, Roseto 10; Matera, Piacenza 8.

(Petrucci, 16 punti con 4/9 dall’arco dei 6,75 / foto Legnanobasket)

SERIE B – La prova solida di Mortara sorprende la banda di coach Passera e castiga così la Coelsanus (78-82) tra le mura amiche del Campus. Mortara fa capire fin da subito di che pasta è fatta, e dopo un parziale di 7-0, chiude il primo quarto sul 19-21. Passera ci prova mettendo in campo capitan Rovera ma la difesa degli avversari è solida; l’Expo sfrutta il più possibile la confusione mentale della Robur e trascinata dai fratelli Mossi chiude la prima metà della gara sul +10 (31-41). La ripartenza gialloblu dopo la pausa è ottima, con il duo Matteucci-Martino Rovera che accorciano le distanze a soli -3 punti (42-45 al 24’), ma Paolo Mossi non ci pensa due volte e riallunga sul più tranquillo +6 del 30’. Matteucci cerca in tutti i modi di suonare la carica per i suoi, ma la freddezza dei pavesi permette loro di non lasciarsi rimontare; la serata negativa della Robur ha il suo apice quando Mortara sfrutta un pallone perso dalla Robur , chiude così la gara, e oltre alla sirena finale fa suonare anche l’allarme in casa Coelsanus; dopo la sconfitta di Torino, e questa contro la Expo serve subito un cambio di mentalità.
Al PalaEstra di Siena la Ltc di Gandini lascia sì la vittoria alla Mens Sana per 71-84 ma non si piega mai davanti al colosso toscano, disputando una gara con personalità per nulla intimorita dal palcoscenico prestigioso. La Ltc resiste ben 30′ guidata dai centri di Benzoni, riuscendo così a colmare il divario oceanico della prima parte della gara che la vedeva affondare a -17 e che avrebbe demoralizzato chiunque. Anzi, dopo l’intervallo gli altomilanesi raggiungono prima il -1 del 24’ (46-45) e con il duo Peroni e Zennaro anche il pari alla fine della terza frazione di gioco. (61-61 al 30’) Alla lunga però l’esperienza dei toscani viene fuori, facendo così capitolare la squadra di Gandini; l’energia biancoverde piazza un parziale di 14-3 nei primi 3 minuti dell’ultimo tempo, e la Gecom scatta poi sul decisivo 75-64 del 34’.
Classifica: Siena 22; Livorno 20; Cecina 18; Piombino, VARESE, Valsesia 16; Bottegone 14; SANGIORGESE, Mortara, Pavia 10; Oleggio, Empoli, Monsummano 8; Torino 6.

SERIE C – Vittoria in scioltezza per la Imo Saronno che ha travolto il malcapitato Calolzio: 80-61 il punteggio finale con la Carpe Diem che ha retto il confronto soltanto nei minuti iniziali prima che la Imo prendesse progressivamente il largo in scioltezza, consolidando così il suo primato in classifica. 18 i punti di Angiolini, 12 rimbalzi invece per Rossetti.
Anche Gazzada apre con il botto il 2015; sostenuta dal tifo di Kuba Diawara sugli spalti, il 7Laghi sbriga in fretta la pratica Piadena imponendosi per 92-70 ed allungando così a quota 6 la striscia positiva di vittorie. I gialloblu sopperiscono anche all’espulsione di coach Garbosi dopo pochi minuti di gioco; squadra affidata al vice Manetta e, in campo, a un attacco diffuso che porta ben sei uomini in doppia cifra (16 di Bertoglio, 12 rimbalzi per Moraghi / nella foto).
Riparte bene anche la Baj Valceresio che doma Nerviano con facilità, vincendo 85-69, con una grande prestazione corale. Nel complesso spicca un Clerici in grande spolvero: 26 punti, 8 rimbalzi e 5/8 da 3.
Classifica: SARONNO 24; GAZZADA* 22; Lissone, Opera 20; Manerbio, Milano3* 18; Olginate* 16; Calolziocorte, Iseo*, VALCERESIO 14; Bernareggio 12; Nerviano 10; Piadena 8; Boffalora* 6; Cantù 2.
* = una partita in meno

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.