Marcello Morandini: “Varese si merita una scuola di design”

Varese Design week: la presentazione

«Ci vuole una scuola di Design a Varese: se ci pensate, è una città al centro di una zona miracolosa per produzione, ha già una università, e merita anche una scuola di alta formazione che possa essere di supporto al territorio»

A lanciare questa proposta, a margine della conferenza stampa che presentava la prima “Varese Design Week”  è stato Marcello Morandini, artista diplomato a Brera ma anche grafico e designer per l’industria, le cui opere hanno fama internazionale e hanno più volte “sconfinato” nell’architettura, come la facciata dello stabilimento Rosenthal di Selb, in Germania, o – più vicino a noi – la pavimentazione di piazza Monte Grappa.

Morandini, docente in numerose scuole e università europee, è nato a Mantova ma è ormai varesino da sempre: e per la città ha lavorato più volte, anche da presidente della associazione liberi artisti di Varese. E’ stato protagonista di numerose mostre personali in tutto il mondo. Ma è persona legata alla produzione, al bello in ciò che si realizza, con cui ha spesso collaborato. «Per questo penso che una scuola di design sia fondamentale, in un territorio fervido di produzione come quello di Varese: se questa idea si potesse realizzare, cederei volentieri la struttura che mi è stata proposta per la realizzazione di un museo delle mie opere. Una scuola di design qui sarebbe una scelta importante»

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.