Luisa Peletti: “Una voce per Crenna e Moriggia”

Dalla viabilità alla boschina, ai servizi per Moriggia, tanti i temi toccati dalla candidata per la consulta che tocca i quartieri collinari

Crenna generica

Luisa Clotilde Peletti si candida per la consulta Crenna-Moriggia. «Cittadina crennese, mamma e moglie che concilia questo ruolo con quello di naturopata», ha un passato professionale nel settore della pubblicità e con sacrifici ha ricominciato a studiare quando aveva ancora i bambini piccoli. È stata candidata alle ultime amministrative, con il gruppo di Libertà per Gallarate (i ferrazziani che hanno espresso poi due consiglieri comunali).

«I quartieri di Crenna e Moriggia devono ritornare al centro delle scelte dell’amministrazione comunale. Io vorrei essere la voce che quotidianamente lo ricorda al nostro Sindaco segnalando bisogni ed esigenze. Non voglio indicare solo problemi ma essere parte attiva delle soluzioni; è per questo che servono le consulte».

Numerosi gli argomenti spefici indicati, a partire dalla viabilità: dalla via per Besnate (dove propone un «suggerimento di due dossi per rallentare» e la pulizia di rovi e rami a lato strada) alla via Monte s. Martino teatro di diversi incidenti («Come in molte città europee, propongo dei dossi o attraversamenti pedonali rialzati prima della rotonda, in modo da rallentare la velocità»).
E ancora quella strada particolare che è via Boschina, di fatto un parco: «è uno dei polmoni verdi di Gallarate ed è triste che la strada non venga mantenuta “in salute”; le enormi buche sono pericolosissime non solo per i tanti podisti quotidiani, ma anche per i ciclisti che nei week end, anche con i bambini, animano questa bella zona. I canali di scolo non sono stati puliti da diverso tempo divenendo inservibili. I cittadini chiedono anche una rete elettrica illuminante in modo che la zona divenga fruibile per lo sport anche di sera e panchine per una sosta, visto l’affluenza di diversi cittadini anziani».

Per quanto riguarda il centro di Crenna, viene sottolineato che «in molti si lamentano che il cambiamento di viabilità ha reso molto pericoloso l’incrocio in prossimità della Chiesa e la fiorista Gabriella» mentre il doppio senso in via Indipendenza, «che sta creando disagi agli automobilisti e ai cittadini». «Abbiamo qualche soluzione da proporre all’amministrazione comunale ma bisogna agire».

E Moriggia? Anche qui – oltre che dal tema sicurezza – si parte dalla viabilità, da via Monte Leone con il problema dei tratti senza marciapiedi e da via Gramsci («in molti lamentano la mancanza di manutenzione del verde in tutto il viale, che crea disagi con fogliame e bacche»), dalla zona a ridosso delle scuole.
Poi c’è la “celebre” e sentita quesione del centro diurno per gli anziani di Moriggia: «è urgente la ristrutturazione della bellissima villa utilizzata come circolo e ritrovo per gli anziani» concorda Peletti. «Sarebbe auspicabile un coinvolgimento trasversale tra i giovani di Moriggia e gli anziani in modo tale che divenga un luogo di incontro vivo».

Più in generale per Crenna e Moriggia «vorrei che si organizzassero eventi e manifestazioni che non possono sempre essere prerogativa del centro di Gallarate».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore