MPG di nuovo in Borsa: MiniBond per complessivi 3,4 milioni

Molto forte l’interesse da parte degli Investitori Istituzionali (tra cui figurano anche ConfidiSystema! e Banca Valsabbina) per la società di Gallarate del settore packaging alimentare, che si era già affacciata sul mercato dei capitali nel 2014 con una prima emissione

soldi generiche

MPG Manifattura Plastica, azienda specializzata nella produzione di imballaggi in plastica termoformata e iniettata per uso alimentare, torna con successo sul mercato dei capitali di debito con tre tranche di MiniBond quotati sul mercato ExtraMOT PRO di Borsa Italiana.

In data odierna, la società ha concluso con successo il programma di emissioni per complessivi 3,4 milioni di euro interamente sottoscritti da Investitori Istituzionali qualificati, tra cui figurano anche ConfidiSystema! (il confidi che aggrega i consorzi di garanzia fidi lombardi del Sistema Confindustria, Confartigianato e Confagricoltura) e Banca Valsabbina.

«Abbiamo deciso di continuare il percorso iniziato nel 2014 insieme all’Unione degli Industriali della Provincia di Varese in tema di innovazione finanziaria. Riteniamo che la diversificazione delle fonti di finanziamento sia un driver fondamentale a sostegno della crescita, dello sviluppo e di implementazioni di tecnologie 4.0», spiega Giampiero Perego, Presidente e Amministratore Delegato di MPG. «Crediamo sia ormai una priorità per realtà come la nostra, quella di sapere accompagnare le imprese anche verso il mercato dei capitali. Un ruolo nuovo per un consorzio fidi, ma sempre più strategico. Ad oggi abbiamo partecipato alla sottoscrizione di 10 MiniBond, per un valore di 13,6 milioni di euro, su un totale emesso di 140 milioni», commenta Andrea Bianchi, Direttore Generale di ConfidiSystema.

I tre prestiti obbligazionari di MPG Manifattura Plastica hanno una durata di 7 anni, con scadenza il 29 settembre 2024 e saranno oggetto di ammortamento a partire dal 31 marzo 2021, con rate semestrali pari al 12,50% del valore nominale.

«Siamo partiti con l’idea di strutturare un’operazione da 3 milioni – afferma Lorenzo Perego CFO di MPG – ma considerato il forte interesse manifestato dagli Investitori Istituzionali abbiamo deciso di ampliare la size dell’emissione».

Il prestito obbligazionario denominato MPG S.P.A. Eur 4% 2017– 2024 ha un tasso pari al 4% ed un ammontare nominale pari ad Euro 1.800.000 mentre i prestiti obbligazionari denominati MPG S.P.A. Eur 3,6% F1 2017– 2024 e MPG S.P.A. Eur 3,6% F2 T.F. 2017 – 2024 hanno un tasso pari al 3,6% un ammontare nominale pari ad Euro 1.600.000 e beneficiano della garanzia prestata dal Fondo Europeo per gli Investimenti (“FEI”) per il sostegno delle Piccole e Medie Imprese denominata “InnovFin Sme Guarantee Facility” con il supporto finanziario dell’Unione Europea ai sensi del programma “Horizon 2020 Financial Instruments”.

MPG si è avvalsa di ADB – Corporate Advisory nel ruolo di Advisor Finanziario mentre lo studio Legale R&P Legal con il partner Avv. Giovanni Luppi ha assistito l’emittente.

Dalla celebre “Coppa del Nonno” alle vaschette del gelato Motta, dai contenitori per il settore caseario e prodotti alimentari freschi ai tappi “salvAroma” per infant feeding, Mpg – Manifattura Plastica è dal 1976 un’azienda specializzata nella produzione di imballaggi in plastica termoformata e iniettata per uso alimentare. Nel 1977 è stata la prima società in Italia a presentarsi sul mercato con contenitori termoformati in PP e, grazie ai continui investimenti nella ricerca e nella tecnologia, ha potuto rafforzare la sua posizione.

 

 

Il Regolamento del Prestito e il Documento di Ammissione delle Obbligazioni alla negoziazione sul Mercato ExtraMOT PRO sono consultabili sul sito internet della Società: www.mpgplast.it

La presente comunicazione non costituisce un’offerta o un invito a sottoscrivere o acquistare titoli. I titoli non sono stati e non saranno registrati negli Stati Uniti ai sensi dell’United States Securities Act of 1933 (come successivamente modificato) (the “Securities Act”), o in Australia, Canada o Giappone nonché in qualsiasi altro Paese in cui tale offerta o sollecitazione sia soggetta all’autorizzazione da parte di autorità locali o comunque vietata ai sensi di legge. I titoli ivi indicati non possono essere offerti o venduti negli Stati Uniti o a U.S. persons salvo che siano registrati ai sensi del Securities Act o in presenza di un’esenzione alla registrazione applicabile ai sensi del Securities Act. Copie di questo annuncio non vengono preparate né possono essere distribuite o inoltrate negli Stati Uniti, in Canada, Australia o Giappone.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.