A lezione di “Un posto al sole”: “Non chiamatela soap. È un real drama”

L'attore Michelangelo Tommaso e lo storyliner Raffaele Napoli hanno raccontato come è nata e si è sviluppata la storia di questa longeva serie tv

cortisonici tatiana tascione michelangelo tommaso

Michelangelo Tommaso, noto al pubblico televisivo come Filippo Palladini di “Un posto al sole”, è stato ospite questo pomeriggio di Cortisonici in Sala Montanari insieme a Raffaele Napoli, lo storyliner della celebre soap opera (o real drama come preferiscono definirla dalle parti di villa Palladini) che va in onda ininterrottamente dal 1996 su Rai Tre.

In una sala quasi piena Massimo Scaglioni, Professore Associato presso l’Università Cattolica di Milano, dove insegna Storia dei media ed Economia e marketing dei media, ha condotto l’incontro con l’attore e l’autore.

Così Napoli ha definito questa serie televisiva da record: “Non chiamatela soap: e’ un real drama. La Rai prima ha voluto che si affrontassero temi sociali importanti, poi ha scelto Napoli come sintesi di tutti temi affrontati: cosi è nato Un posto al sole. Non c’è un intento pedagogico ma neppure quello di puro intrattenimento: abbiamo la responsabilita’ di affrontare la realtà quotidiana”.

Nell’intervista di Tatiana Tascione parla Michelangelo Tommaso

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2018
Leggi i commenti

Video

A lezione di “Un posto al sole”: “Non chiamatela soap. È un real drama” 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Chiara Villa

    Buongiorno, Michelangelo Tommaso interpreta nella soap Filippo Sartori e non come erroneamente scritto Filippo Palladini.

Segnala Errore