Laveno, la minoranza presenta una nuova mozione contro Rodari

Continuano la polemiche sul caso dell'assessore Enrico Rodari, accusato dalla minoranza di aver costruito abusivamente delle opere edilizie su un terreno pubblico,

laveno mombello

A Laveno Mombello continuano la polemiche sul caso dell’assessore Enrico Rodari, accusato dalla minoranza di aver costruito abusivamente delle opere edilizie su un terreno pubblico, confinante con la sua proprietà.

La minoranza infatti, nel consiglio comunale del 7 maggio aveva chiesto le dimissioni dell’assessore per “incompatibilità” ma l’assessore aveva avuto piena fiducia dalla maggioranza. Ora, la questione, è tornata in aula con una seconda mozione del gruppo “Centrodestra ed indipendenti”.

I consiglieri Graziella Giacon e Giancarlo De Bernardi hanno presentato una nuova documentazione fotografica e hanno comunicato di aver redatto un esposto per la Procura della Repubblica del Tribunale di Varese, per il Comando dei Vigili Urbani e per il responsabile tecnico, contenente le prove di altri abusi probabilmente realizzati dall’assessore Enrico Rodari.

 

La recinzione così posizionata infatti, secondo i consiglieri, consentirebbe a Rodari di “Utilizzare in modo esclusivo la parte alta del terreno, lasciando la parte bassa pressoché irraggiungibile”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore