“Piazze bosine nel mondo”, l’arte invade le strade

Tre giorni di festa, 20, 21 e 22 giugno con dodici gruppi di artisti di strada, tra cui anche lettoni, francesi e romeni

Due ragazzi. Uno con una piccola fisarmonica, l’altro con un piattino. Fuori e dentro dalle botteghe del centro. Arie zigane, walzer viennesi e improbabili melodie orientali, per qualche soldo in cambio. Non è un frammento immaginario del Quartiere Latino della grande Parigi e nemmeno uno scorcio di Praga. Era una mattina di metà giugno a Varese. Pochi giorni fa. Due artisti di strada usciti da un quadro dell’Ottocento. Organizzazione spontanea. Un moto artistico isolato, prove generali e inconsapevoli a pochi giorni da quello che è ormai divenuto, dopo tre edizioni, un appuntamento tradizionale: "Piazze Bosine, strade del mondo". Tre giorni, 20, 21 e 22 giugno, in cui il centro storico, abituato a vedere la frenesia del lavoro bosino, si trasformerà in un palcoscenico per molti artisti di strada. Una manifestazione  unica nel suo genere per quantità e qualità degli artisti, che mostrerà in contemporanea nelle piazze del centro diversi tipi di teatralità e animazioni, come una sorta di grande festa.  Varese diventerà un palcoscenico di fantasia e creatività, tra saltimbanchi, giocolieri, mangiafuoco e clowns. I gruppi sono dodici e  provengono da diverse città europee oltre che italiane, che si alterneranno per le piazze del centro, e per quest’anno una novità: i esibiranno in piazza anche tre delegazioni di artisti di paesi gemellati con Varese, Romans sur l’Isere (F), Alba Julia (Romania), Cesis (Lettonia).

Il grande successo riscontrato nella passata edizione, con un pubblico numerosissimo presente a tutte le serate, ha fatto sì che la rassegna si riproponesse più ricca e innovativa che mai.  Ideatori e curatori della manifestazione sono Renzo Dalle Fratte e Marco Grignani, con il patrocinio dell’assessorato ai Servizi Ricreativi del comune di Varese e di Iper Varese.

«La manifestazione è ormai diventata una kermesse importante, tanto che da quest’anno è stata anche inserita nell’annuario italiano degli spettacoli promosso dall’Agis e dalla Fnas (federazione nazionale artisti di strada) – spiega il direttore organizzativo  Dalle Fratte – . E questo è senz’altro una soddisfazione. Abbiamo cercato anche di cogliere gli aspetti tipici tradizionali del nostro territorio con un’iniziativa singolare e nuova come "L’Osteria di Gigi" all’aperto, in piazza Marsala, con musica popolare, dove si potrà mangiare e gustare vino locale. L’offerta oltre agli spettacoli di strada comprende anche momenti di intrattenimento culturale di poesia in musica all’interno del Battistero di San Giovanni e una mostra di icone bizantine provenienti dalla Grecia, dove si potrà ammirare l’artista nella costruzione iconografica. Naturalmente tutto questo senza tralasciare i bambini: uno spettacolo per i piccoli pazienti della pediatria dell’Ospedale Del Ponte è infatti previsto per sabato 21 alle ore 15.30».

Il programma:

Venerdì 20 giugno 
ore 21 parata iniziale dai Giardiniestensi fino alle postazioni degli artisti nel centro storico.
Dalle ore 21.30 fino alle 24 spettacoli vari

Sabato 21 giugno 
ore 15.30 spettacolo presso la Pediatria dell’Ospedale Del Ponte
ore 17.30 open stage con gli artisti (laboratori di giocoleria, burattini, acrobatica, equilibrismo)
Dalle ore 21 alle 24 in sequenza e senza interruzione spettacoli vari nelle piazze

Domenica 22 giugno
ore 21 performance itinerante degli artisti
ore 24 conclusione della rassegna con parata degli artisti
Dalle ore 21.30 all’interno del Battistero rassegna di "Poesia in musica" con il poeta Riccardo ielmini e l’accompagnamento musicale di Maurizio Albini.

Le zone interessate dalla rassegna sono piazza Podestà, piazza Battistero,piazza Carducci, Corso Matteotti, via Albuzzi, piazza Canonica, piazza San Vittore, piazza Marsala, piazza San Lorenzo.
A corollario della manifestazione sarà visitabile in Battistero la mostra "L’arte unisce i popoli" – Dall’arte bizantina all’arte italiana del ‘600, con la realizzazione dal vivo di alcune iconografie.
Per le vie del centro una postazione itinerante di "Truccabimbi". E in piazza Marsala allestimento de "L’Osteria di Gigi" con menu tipico e vino.-

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Giugno 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.