Le sinistre contestano la destra: “Onoriamo i caduti”

Comunisti Italiani, Rifondazione Comunista e Verdi mercoledì 28 novembre alle ore 20.30 insceneranno unpresidio davanti a Villa Oliva

Comunisti Italiani, Rifondazione Comunista e Verdi, i tre partiti della cosiddetta sinistra radicale esclusi dal consiglio comunale dopo le ultime elezioni non ci stanno e attaccano la maggioranza di centrodestra. Non potendo farlo dai banchi dell’assemblea civica, lo faranno con un presidio nel piazzale antistante a Villa Oliva: motivo della manifestazione «la proposta della destra di esporre le targhe il simbolo littorio al sacrario del cimitero ci trova decisamente contrari – si legge in una nota firmata dai tre segretari di partito, cioè Massimo Cattin (Comunisti Italiani), Giuseppe Di Nanno (Rifondazione Comunista) e Ambrogio Filippini (Verdi) -. Siamo, e saremo sempre per onorare la memoria dei caduti della prima guerra mondiale, riteniamo inaccettabile una nuova strumuntalizazzione, nei confronti dei caduti». Questa sera, mercoledì 28 novembre alle ore 20.30, si terrà il presidio.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.