Mrsic sconsolato: “Questi sono i nostri limiti”

Il tecnico biancorosso preoccupato da Melvin: "Va assolutamente recuperato". Bucchi si gode il successo e incensa Jones

E’ un Veljko Mrsic cupo in volto quello che raggiunge la sala stampa al termine del match, un’immagine che purtroppo ci stiamo abituando a vedere in questo inizio di stagione: «Devo fare i complimenti a Napoli – esordisce il tecnico croato – la Eldo ha meritato questa vittoria giocando meglio di noi e sfruttando l’ampiezza della propria rosa. Per quanto riguarda noi, oggi non posso dire niente ai miei giocatori, che ci hanno provato fino all’ultimo. Siamo partiti male, forse per un po’ di paura dovuta alle tensioni dell’ultima settimana. Ad ogni modo penso che per trentacinque minuti abbiamo giocato con buona intensità. Nel finale potevamo rimettere in piedi la gara, ma i due canestri della Eldo sfruttando il rimbalzo offensivo ci hanno tagliato le gambe, poi è diventato difficile rimontare".

E’ chiaro che sei sconfitte in otto gare fanno pensare ad altri cambiamenti in vista dopo la cessione di Julius Hodge a Scafati, ma Mrsic conferma la fiducia nei suoi ragazzi: «Dobbiamo continuare a lavorare con questo gruppo. Non dimentichiamoci che oggi abbiamo giocato senza Capin e la sua assenza ha pesato molto. Il valore attuale della nostra squadra è questo: dobbiamo convivere con i nostri limiti».

Tra i giocatori che più hanno deluso sin qui c’è sicuramente Marcus Melvin, anche oggi piuttosto avulso dal gioco (4 punti e 2 rimbalzi in diciotto minuti giocati), e stuzzicato sull’argomento il Veljo non si tira indietro: «Le prestazioni di Marcus mi preoccupano: lui è molto importante per noi, ma ha giocato bene solo la prima partita a Roma, poi ha deluso. Lo vedo in cattive condizioni fisiche ed è assolutamente da recuperare. Per il momento non lo metto in discussione, ma anche lui deve capire che deve migliorare».

 

Molto soddisfatto invece Piero Bucchi, tecnico della Eldo, al termine di quaranta minuti condotti magistralmente dalla propria squadra: «Una vittoria che volevamo fortemente. Sappiamo di essere in crescita, perchè negli ultimi venti giorni abbiamo lavorato con profitto, approfittando anche del recupero di alcuni giocatori. La vittoria a Bologna e questa rappresentano un’iniezione di fiducia importante per noi».

L’analisi del tecnico parte dalla reazione dei napoletani al momento in cui Varese ha cercato di ricolmare il gap «E’ stata una buona partita, abbiamo saputo stare bene in campo anche quando il match si è fatto più fisico: siamo riusciti a tenere, e questo è un dato positivo per il futuro. Varese è rimasta sorpresa dal nostro avvio di gara, ma la chiave del successo odierno sta nell’aver lottato fino all’ultimo e nell’aver trovato più soluzioni ravvicinate rispetto alle conclusioni da tre che avevano caratterizzato i primi due quarti».

Il tecnico ex Benetton sottolinea il valore della vittoria a Masnago e mette in risalto altri aspetti molto importanti: «Vincere su questo campo non è mai facile, Jumaine Jones (all’esordio in campionato) ha fatto davvero una bella partita: è un’aggiunta di valore per noi, si è messo a disposizione della squadra con grande umiltà facendo quello che gli avevamo chiesto. Adesso dobbiamo trovare quella continuità e quel ritmo che abbiamo tenuto oggi per quaranta minuti. Stasera la squadra ha fatto un piccolo passo in avanti a livello di maturazione, l’obiettivo in questo momento è cercare di vincere anche in casa. Sono comunque soddisfatto di come la squadra si sta allenando negli ultimi tempi».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.