Niente conciliazione, vigili urbani pronti a scioperare

Si prevede uno sciopero della Polizia Locale, in protesta per la scarsità dell'organico e i carichi di lavoro giudicati eccessivi

Non è andata a buon fine la procedura di conciliazione in Prefettura a Varese tra i rappresentanti sindacali della Polizia Locale bustese Sartorato, Fumagalli e Agatea e l’amministrazione comunale, rappresentata dal solo comandante Alessandro Casale, alla presenza del viceprefetto dottoressa Longhi. Di conseguenza, si prospetta prossimamente un’astensione dal lavoro per protetsta contro le condizioni, da tempo denunciate dai sindacalisti, in cui gli agenti lavorano. Il Comune ha annunciato il prossimo potenziamento dello scarno organico della Polizia Locale (circa cinquanta uomini) ma ciò non è bastato a calmare le acque. L’agitazione riguarda soprattutto la gestione dei turni con personale numericamente inadeguato, e i carichi di lavoro crescenti. Una data per lo sciopero non è ancora stata fissata; si prevede già una parziale astensione dal lavoro in occasione dello sciopero generale indetto per il 9 novembre dalle organizzazioni sindacali di base.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.