I sindacati: “Un accordo accettabile”

Così il segretario provinciale dei metalmeccanici Cgil sull'accordo raggiunto a Roma nel pomeriggio di domenica 20 gennaio. "No a scelte unilaterali delle aziende, difesa della contrattazione nazionale"

"Un accordo accettabile". Così Maurizio Canepari, segretario provinciale della Fiom-Cgil, commenta a caldo dalla capitale, nel marasma di una riunione sindacale in cui si fa il punto della situazione, l’accordo raggiunto per il contratto nazionale dei metalmeccanici. Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil sono riuscite a difendersi su vari fronti, riferisce un Canepari moderatamente soddisfatto, spuntando aumenti superiori a quanto offerto dalla controparte, sventando i tentativi di Federmeccanica di introdurre sostanziose modifiche in materia di orari e ruolo delle rappresentanze sindacali unitarie (Rsu), ma anche resistendo alle sirene "interne" che caldeggiavano gabbie salariali e aumenti unilaterali da parte delle singole aziende, scelte, entrambe, che farebbero saltare il meccanismo della contrattazione collettiva nazionale. "In ogni caso, resta fermo il nostro no a scelte unilaterali delle aziende".

"Gli aumenti ottenuti non sono eccezionali" riconosce Canepari, "e di certo non sono pari alle necessità, ma sono comunque superiori anche alle ultime offerte giunte da Federmeccanica". Mercoledì a Roma si terrà l’assemblea dei 500 delegati di Fiom, Fim e Uilm ; sarà poi la volta dei lavoratori, che tramite apposito referendum si esprimeranno in merito all’accordo raggiunto ind ata odierna. "Non finisce qui" aggiunge Canepari, "risolta la questione contrattuale ora bisogna discutere con il governo di riduzione della pressione fiscale sui redditi dei lavoratori e di aumento delle detrazioni".

"Ritengo la firma del contratto un grande risultato che conforta chi ha voluto trovare un accordo e ha lavorato duramente per questo risultato nei lunghi mesi di trattativa – ha aggiunto Graziano Resteghini Segreteria FIM CISL Varese  . E’ insieme un riconoscimento alla mobilitazione e alla lotta di tanti lavoratori (operai e impiegati) che hanno manifestato il loro diritto al contratto".
"Da domani possiamo ricominciare a vivere la normalità dei rapporti tra sindacato, lavoratori e aziende.
Primo appuntamento il rinnovo della RSU in Agusta, una delle aziende più importanti del nostro territorio, nelle sedi Cascina Costa, Vergiate, Somma Lombardo, Sesto Calende e Lonate Pozzolo".

«Un buon contratto – spiega Ariel Hassan, coordinatore della Uilm varesina – con una parte salariale dignitosa. Sul punto riguardante le ferie è stata raggiunta un’intesa soddisfacente. Come avevamo già affermato ora occorre ridurre le tasse ai lavoratori e modificare il modello contrattuale».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.