New York, troppo mercurio nei pesci

In 20 prestigiosi ristoranti della Grande Mela vengono serviti cibi con livelli di metallo presenti nel pesce fuori norma. In Italia scritta una lettera al Ministro della salute

Un’analisi del New York Times  ha fatto analizzare e poi rivelato che in 20 prestigiosi ristoranti della Grande Mela vengono serviti cibi con livelli di metallo presenti nel pesce fuori norma.

In particolare nel sushi: oltre 49 microgrammi di mercurio in una porzione da sei, cioè 8.1 microgrammi per porzione. Normalmente la quantità di mercurio presente nei pesci equivale a 0.5 mg per kilogrammo di prodotto, fatta eccezione per alcuni prodotti (Aguglia imperiale, anguilla, granatiere, ipoglosso, luccio, lupo di mare, molva azzurra, mustella, palamita, palamita bianca, palombo, pesce sciabola, pesce spada, pesce specchio atlantico, pesce vela, ruvetto, rana pescatrice, razze, scorfano, spigola, squali (tutti), storione, tirsite, tonno) dove il livello massimo raggiunge 1 mg per chilogrammo.

Il mercurio può provocare alterazioni nello sviluppo celebrale dei bambini e ad un livello più elevato alterazioni neurologiche negli adulti. La fonte principale di assunzione del mercurio sono proprio i prodotti della pesca.

In Italia, una prima interrogazione a riguardo è stata preannunciata dalla deputata Donatella Poretti, inoltre è stata anche scritta una lettera al ministro della salute Livia Turco nella quale vengono chiesti quali controlli sono stati fatti nel Paese e i relativi risultati.

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 30 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.