«A me sta a cuore Malpensa. Alitalia è un’altra cosa»

L'on. Marco reguzzoni risponde all'Associazione Artigiani varesina sul futuro dell'hub e della compagnia aerea di bandiera

Riceviamo e pubblichiamo la risposta inviataci dall’On. Marco Reguzzoni, chiamato in causa dall’Associazione Artigiani della Provincia di Varese sulla vicenda Malpensa e Alitalia.

A me sta sta a cuore Malpensa, Alitalia è una cosa diversa.
Alitalia ha abbandonato il nostro aeroporto il primo aprile, rimangiandosi annni di promesse e riportando a Roma voli e personale( romano). In quei giorni,Air France tentava non di comprare Alitalia, ma di bloccare Malpensa e il nord, obbligandoci per sempre a volare a Roma e Parigi!

Da poche settimane, invece, siamo in un mercato aereo liberalizzato,  Malpensa cresce (  adagio ma con solidità).
Bisogna mantenere questa rotta: mai più schiavi di Alitalia!
Detto questo, nessuno conoscerà il piano fino all’approvazione del CdA Alitalia: solo allora potremo giudicare, ma lo faremo con distacco perchè sappiamo che le nostre rotte ormai devono stare separate. Vigileremo sempre con determinazionme per mantenere questo percorso.

Cordialmente,

Marco Reguzzoni

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore