Cimberio due sorrisi: vittoria e primato

Varese-Soresina 65-49. I biancorossi superano senza troppi problemi i cremonesi e ritornano in testa da soli alla LegaDue. Decisiva la difesa

Inizia molto meglio del previsto il 2009 della Cimberio che si sbarazza con inattesa facilità (65-49) della Vanoli Soresina e torna pure in testa da sola al campionato grazie alla caduta interna della Fileni Jesi contro i laziali di Veroli. Un doppio strike (anzi triplo, visto che c’è pure la qualificazione matematica alla Final Four di Coppa Italia) che riporta fiducia e serenità dopo le tre sconfitte che avevano chiuso l’anno vecchio e che soprattutto dà alla squadra di Pillastrini nuove certezze soprattutto in difesa.

Galleria fotografica

Cimberio - Soresina 4 di 18

Già, perché senza una chiusura ermetica del canestro non si vince se in attacco il tabellino fa segnare un tragico 3/27 da tre che fa precipitare la percentuale dal campo al 38% con tanto di 17 palle perse. Numeracci compensati come detto da quanto è accaduto nella metà campo varesina, dove Galanda e soci hanno messo la museruola a tutti gli avversari rendendo la vita impossibile soprattutto agli esterni (Bell e Mbemba disastrosi) e concedendo qualcosa solo all’atletismo di Terry. Nel complesso quindi prova più che sufficiente, anche perché i vari Martinoni, Gergati e Cotani (non al meglio) hanno sostituito in attacco i titolari dalle polveri bagnate. Discorso a parte per Childress, forse il più atteso dopo le brutte prove recenti: il professore ha prima lasciato l’impronta sul match nella prima metà di gara, poi è andato un po’ fuori giri nella gestione concludendo comunque con una prova nel complesso positiva. Ora però guai a rilassarsi: domenica si va a Veroli in posticipo televisivo proprio contro la squadra che ha fermato Jesi: gli esami, si sa, non finiscono mai.

 

COLPO D’OCCHIO – Masnago si riempie poco per volta ma al momento della palla a due offre una bella immagine d’insieme, anche perché la curiosità di rivedere la Cimberio è forte: oltre 4.000 i paganti con circa 600 persone che hanno sfruttato la "giornata dell’abbonato". Buona la rappresentanza dei tifosi ospiti che si lamento – non si capisce perché – dell’accoglienza ricevuta con largo anticipo sull’inizio della gara. Inevitabili i fischi dei tifosi varesini sul rivale di lungo corso Calabria (ex Milano, Treviso e Cantù), applausi bipartisan per Marco Passera, infortunato. Tra il pubblico anche Dado Lombardi, il vulcanico tecnico livornese che allenò Varese per mezza stagione portandola alla salvezza.

 

PALLA A DUE – Se Passera è l’assente tra i biancorossi, Quadre Lollis è il tassello mancante di Soresina, anche se in questo caso c’è il sostituto (Terry) ed è pure buono. Il quintetto di Pillastrini è quello classico, con Nikagbatse in ala piccola e Boscagin guardia. Cioppi replica con tre stranieri, l’oriundo e il lungo Cusin unico italiano vero.

 

LA PARTITA – Pronti via e Galanda ha già due falli (nella foto – uno in realtà di Childress) e Pillastrini è costretto a lanciare subito Martinoni in campo. I primi canestri sono firmati da Boscagin e Terry, con quest’ultimo che sigla dall’arco il 6-9. Varese risponde con Childress e Martinoni con quest’ultimo presto a quota 7 punti. Il vantaggio però non cresce, un po’ per qualche tiro facile fallito, un po’ per le stoppate assestate da Terry a centro area. La sirena segnala il 17-15 biancorosso con canestro finale di Valenti.

Il rientro è un 8-0 Cimberio con Boscagin che non mette la ciliegina in contropiede, fallendo un canestro già fatto su assist capolavoro di Childress. Due liberi di Dickens (fin qui a secco) danno il +11 ma bloccano anche il punteggio per diversi minuti di cattiva pallacanestro. Bell e Childress rompono il digiuno ma lo spettacolo è di livello amatoriale. La sirena ha l’effetto del vento che spazza le nuvole e premia ancora Varese con il massimo vantaggio, 33-20.

Dickens si risveglia di colpo al ritorno sul parquet, con un appoggio facile e una schiacciata devastante (37-22); chi non riesce a sbloccarsi è invece Galanda, che sbaglia anche tiri per lui semplici.
Terribile in generale il computo sul tiro da 3, dove la CImberio al 25’ fa segnare un tragico 1 su 17; il secondo canestro (Childress) ha bisogno di un colpo di fortuna clamoroso per andare a segno. Una bella penetrazione di Boscagin e il primo “gol” di Galanda danno un nuovo massimo vantaggio (44-25) con la Vanoli sempre più in difficoltà offensiva contro la uomo di Pillastrini. A scuotere i biancocelesti è Calabria con 5 punti ma il passaggio volante di Boscagin per Cotani rimette a sedere gli ospiti (50-32 al 30’).

 

IL FINALE – Galanda vuol lasciare la sua firma e sigla 4 punti in fila a equilibrare la tripla di Calabria e il contropiede di Terry, il quale continua a stoppare a raffica. Per Gek arriva però il quarto fallo (ancora dubbio) con 7’ da giocare; al suo posto c’è Dickens. Cioppi a questo punto prova la zona e costringe Pillastrini a chiamare subito time out (54-41) però gli ospiti perdono Bell (oggi inguardabile) per falli. Soresina, chissà perché, torna subito a uomo e viene punita da Dickens (58-43) che poi stoppa Gigena. Childress stavolta non brilla per gestione e perde l’ennesimo pallone così è il solito Terry a tener vivi gli ospiti (58-46). Cotani soffia ancora nella vela biancorossa con un recupero e una schiacciata, poi è Gergati (nella foto di M. Guariglia) dall’arco a mettere in archivio una partita chiusa molto prima del previsto. Finisce 65-49 con l’ultimo ricamo di Childress ad allungare un po’ il divario finale, cosa che non fa mai male contro avversarie d’alta quota.
.
IL TABELLINO

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Gennaio 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Cimberio - Soresina 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.