Anche in Piemonte il prosecco è “Doc”

Il Comitato nazionale tutela vini ha espresso parere favorevole alla proposta di riconoscimento della nuova denominazione per i vini piemontesi

Il Comitato Nazionale Tutela Vini a denominazione di origine e indicazione geografica tipica (DOC e IGT), in un incontro questa mattina a Roma, ha espresso parere favorevole alla proposta di riconoscimento della nuova DOC Prosecco.
La nuova denominazione è finalizzata al rafforzamento della tutela dei vini già commercializzati, con riferimento a DOC e IGT prodotti nella Regione Veneto e Friuli Venezia Giulia, ma nel nuovo disciplinare è stata salvaguardata la possibilità di elaborare le tipologie "spumante" e "frizzante" anche in aree diverse da quelle di produzione delle uve, laddove esiste una tradizionalità di tali pratiche. In Piemonte, dove si lavora e si imbottiglia il Prosecco da molti anni, sarà dunque possibile continuare a farlo in accordo con il disciplinare approvato.

«In questo modo viene riconosciuto il ruolo che anche il comparto enologico e spumantistico piemontese ha svolto nello sviluppo e qualificazione del vino Prosecco – afferma l’Assessore all’Agricoltura Mino Taricco – Si tratta di un importante successo dell’iniziativa della Regione Piemonte, volta a consolidare e sviluppare le positive interazioni produttive e commerciali tra l’importante territorio viticolo delle regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia e il comparto spumantistico piemontese». 
 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Marzo 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.