La crisi colpisce anche il trasporto combinato: -21% per Hupac

I dati parlano chiaro: un pesante colpo ai trasporti nella prima metà dell'anno, anche se dalla tarda primavera la situazione si è stabilizzata. Per lo scalo di Busto Arsizio in vista un nuovo collegamento anche con la Polonia

La crisi non risparmia i trasporti. Nel primo semestre dell’anno, il volume di traffico dell’operatore svizzero del trasporto combinato Hupac si è ridotto del 21,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. A maggio e giugno il trend negativo si è stabilizzato. Ne dà notizia la stessa società in un comunicato, aggiungendo gli ultimi dati aggiornati in suo possesso.

“Ormai dovremmo aver raggiunto il fondo”, dichiara Bernhard Kunz, direttore dell’operatore del trasporto combinato con sede a Chiasso, che opera in Alta Lombardia un’importante interporto tra Busto Arsizio e Gallarate, sulla linea internazionale del Sempione. Nel primo semestre 2009 l’azienda ha trasportato 292.426 spedizioni stradali su rotaia, pari ad una riduzione del 21,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Negli ultimi mesi il traffico si è stabilizzato a un livello più basso del 15% rispetto all’anno scorso. Positivi sono stati gli effetti dei programmi congiunturali elaborati con le ferrovie e ora introdotti anche dall’Ufficio federale svizzero dei trasporti. “Siamo sulla strada giusta”, assicura Kunz.

Della riduzione del volume di traffico hanno risentito in modo ugualmente pesante tutti i segmenti di traffico, ad eccezione del traffico transalpino attraverso l’Austria che grazie alla nuova relazione tra Taulov (Danimarca) e Verona ha registrato un incremento del 40,9%. Al contrario, è "fortemente negativo" (-44%) il trend di sviluppo dell’Autostrada Viaggiante, il sistema che carica su treni i Tir attutato dalla Svizzera, attenta a tutelare dal traffico pesante il suo pregevole territorio alpino. Ciò a causa delle opere di risanamento della galleria Monte Olimpino: si transita infatti con una sola coppia di treni al giorno.

Nonostante il crollo del traffico, Hupac mantiene in funzione la rete per il trasporto combinato in tutti i principali mercati. In alcuni segmenti sono stati addirittura introdotti nuovi collegamenti, come ad esempio tra Anversa e Spagna/Portogallo. Alla fine di luglio l’asse est-ovest è stato potenziato con tre partenze settimanali tra Schwarzheide (Dresda) e Kąty Wrocławskie (Wroclaw). Di conseguenza la regione sud-occidentale della Polonia, un’area economica in forte espansione, beneficerà di collegamenti regolari con Duisburg, Rotterdam, Anversa, Zeebrugge e Busto Arsizio (scalo che pure, causa crisi, ha dovuto ricorrere alla cassa integrazione a rotazione) attraverso l’hub di Schwarzheide.
Il trasporto combinato sfrutta in modo ottimale i vantaggi del vettore strada e quelli del vettore ferrovia: le grandi distanze sono coperte con la ferrovia, mentre la sola distribuzione al dettaglio avviene su strada. Minor inquinamento, maggiore efficienza energetica ed elevata sicurezza sono i principali vantaggi strategici del trasporto combinato, destinati ad assumere un ruolo sempre più importante in futuro. “Nonostante la crisi ci assicuriamo già oggi le capacità per il domani”, sottolinea Bernhard Kunz. Ed infatti gli investimenti nelle infrastrutture terminalistiche procedono come da programma. Il HTA Hupac Terminal Antwerp sarà aperto al traffico all’inizio del 2010, mentre poco dopo sarà la volta del terminal Combinant, situato anch’esso ad Anversa, che vede la partecipazione di Hupac, BASF e IFB . 

Andamento del traffico 1° semestre 2009

Numero di spedizioni stradali

gen.-giu.

2009

gen.-giu.

2008

Variazione

in %

Shuttle Net

Transalpino via Svizzera

187.859

246.625

-23,8

 

Transalpino via Austria

10.346

7.341

40,9

 

Transalpino totale

198.205

253.966

-22,0

 

Non transalpino

89.421

111.883

-20,1

 

Shuttle Net totale

287.626

365.849

-21,4

Autostrada Viaggiante

4.800

8.702

-44,8

Traffico totale

292.426

374.551

-21,9

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 30 Luglio 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.