Digitale terrestre, Sky e TivùSat: la guida alla tv del futuro

Ieri vi siete persi il Moto GP? È l'ennesimo frutto, amaro, del passaggio dalla tv analogica a quella digitale. Ecco come affrontarlo, con tutte le risposte alle vostre domande

Forse ci potranno togliere la Signora in Giallo e le repliche del Festival di San Remo, ma il calcio… quello, agli italiani, non si tocca. Così in questi giorni sono stati non pochi gli utenti di Sky andati in panico, scoprendo che RAI ha deciso di non trasmettere sul loro satellite le partite della nazionale. Non è una novità: in questi giorni la Rai sembra avere il criptaggio facile, dopo aver già oscurato l’amichevole Italia-Svizzera e Inter-Lazio trasmessa da Pechino.

Questo del criptaggio, è solo l’ultimo capitolo della lotta tra Rai, Mediaset e Sky, che va a complicare il passaggio dall’analogico al digitale terrestre. Per rispondere ai tanti dubbi su questo nuovo sviluppo, ripubblichiamo il nostro vademecum sulla tv digitale, rispondendo a nuove domande.

Per rispondere ai vostri dubbi abbiamo chiesto un aiuto ad un esperto particolarmente valido, Massimo Bini della Elmax di Tradate. Sicuramente ci sono molti altri esperti competenti sul territorio, ma la Elmax è anche un caso curioso, essendo nota per aver progettato un’antenna speciale, in grado di far  vedere la TV svizzera anche nelle zone in cui il segnale digitale arriva particolarmente debole. Ma procediamo per punti…
DOMANDE SUL DIGITALE TERRESTRE

DOMANDE SUL DIGITALE SATELLITARE

Cos’è la TV digitale terrestre?
La televisione digitale terrestre è molto simile alla televisione che vediamo oggi, infatti si capta con le stesse antenne che abbiamo sul nostro tetto. La differenza sta solo nella tecnica di trasmissione del segnale: non più analogico ma, appunto, digitale. Così facendo, pur occupando la stessa banda, i canali potranno trasmettere molte più informazioni. Questo, in soldoni, siginifica più canali o canali con qualità dell’immagine e del suono più alte, o ancora canali interattivi.

Cosa serve per vedere la tv digitale terrestre? Devo acquistare un decoder per ogni televisore?
Quasi tutti i televisori più recenti sono già predisposti al digitale terrestre. Questo significa che integrano già il decoder e che non necessitano di apparati aggiuntivi: basterà collegarli all’antenna che avete già. Se invece avete un televisore più vecchio, dovrete acquistare un decoder per il digitale terrestre. Questo decoder si collega al televisore e alla vecchia antenna, facendo da "traduttore" del segnale. Occorre un decoder per ogni televisore, almeno se vogliamo vedere canali diversi su televisori diversi.

Posso usare l’antenna che ho già sul tetto?
Sì, in moltissimi casi l’antenna funzionerà al meglio, senza dover subire modifiche. In altri casi è possibile ottenere risultati migliori apportando piccole modifiche all’antenna.

Com’è la copertura in provincia di Varese?
Per iniziare ad avere un’idea di massima esiste un sito ufficiale per questa tecnologia, che indica la copertura comune per comune. In realtà la situazione può cambiare anche da una casa all’altra. Se avete dubbi sulla copertura, un buon antennista può esservi d’aiuto.

Esistono zone nelle quali non si prenderà mai il digitale terrestre?
Purtroppo sì. Il segnale digitale, a differenza di quello analogico, soffre di un effetto soglia. Questo significa che se il segnale ha una qualità inferiore ad una certa media, allora il canale sarà completamente invisibile. Quando siamo proprio al livello di soglia, l’immagine risulta squadrettata. Il segnale arriva tanto male da non essere sufficiente in alcune zone di montagna, quelle con una caratterizzazione orografica che ostacola il segnale. Purtroppo proprio in provincia di Varese esistono diverse zone di questo tipo. Spesso però chi non potrà usare il digitale terrestre era già un utente insoddisfatto dell’analogico: molte di queste persone hanno già installato un’antenna satellitare. Per chi non è coperto dal digitale terrestre e non lo sarà mai, infatti, l’alternativa sarà il satellite. Anche se, in questo caso, i dubbi persistono…

Quali canali aggiuntivi vengono offerti dal digitale terrestre?
Iniziamo dai canali “classici”: Rai 1, 2 e 3, Canale 5, Italia 1, La7, Mtv. Inoltre, le nuove capacità tecnologiche, rendono disponibili nuovi canali gratuiti (per ora esistono Rai 4, Sat 2000, Rai Gulp, Rai Sport Più, Rai News 24, Rai Storia, Boing, Iris, Mediashopping, Class News, BBC World, Coming Soon, Sport Italia, Sport Italia Live24, Qoob, Repubblica TV, France 24 e Second TV) e molti canali a pagamento. Tra i canali a pagamento figurano offerte per ragazzi, cinema di qualità, serie tv e, soprattutto, calcio. Le offerte a pagamento arrivano da Mediaset e La7, per essere utilizzate occorrono una smart card e un decoder abilitato alle smart card.

Ci saranno ancora le tv locali?
In linea di massima tutte le tv locali continueranno a vivere, spostandosi sul digitale terrestre. La copertura è ancora in divenire, anche a causa degli alti costi di investimento che le tv più piccole stanno affrontando con maggiori difficoltà. Hanno già annunciato il loro passaggio, più o meno graduale, Rete 55, La6 e TeleSetteLaghi. Teoricamente anche le tv locali hanno l’opportunità di offrire servizi e canali aggiuntivi, attualmente però l’offerta è limitata. Per maggiori dettagli è opportuno visitare il sito ufficiale della tv a cui siete interessati.

Il digitale terrestre trasmette in HD?
In linea di massima tutti i canali in digitale terrestre offrono una qualità dell’immagine e del suono superiori. Questo però non è sinonimo di HD, cioè quella qualità estrema fruibile sui televisori di nuova generazione. L’HD è fattibile e sono già in atto i primi esperimenti, soprattutto per lo sport. Non tutti i decoder, però, sono in grado di interpretare i segnali HD, solo i più evoluti (e, spesso, più costosi).

Posso vedere la TV svizzera?
In molti erano abituati a vedere i canali della RTSI, ma questo paese è passato al digitale terrestre prima di noi, lasciando molti al “buio”. In molti casi, dove il segnale analogico arrivava già molto nitido, è possibile vedere la tv svizzera normalmente, basta installare il decoder (sono tutti uguali, non serve un decoder ad hoc). In altri casi, invece, il segnale giunge molto “sporco”, rendendo invisibile il canale. Il problema deriva dal fatto che la tv Svizzera trasmette sulla stessa frequenza del mux Mediaset 2, solo con una polarità inversa (cioè verticale e non orizzontale). Proprio la Elmex ha brevettato un’antenna pensata proprio per “conquistare” la tv Svizzera anche in zone difficili, ma un’installazione di questo tipo ha ovviamente un costo.

Ma non serve una schedina per la TV svizzera?
Non sul digitale terrestre. La famosa schedina per la Svizzera serve solo a vederla con il satellite e, almeno teoricamente, può essere ottenuta solo dai cittadini svizzeri (e non può essere rivenduta).

Ho installato il digitale terrestre ma quando piove non vedo più la tv, perché?
La pioggia può attenuare il segnale, così come il vento può creare problemi muovendo le fronde delle piante. Questi problemi si incontrano più spesso quando il segnale non è pulito, una buona installazione può attenuarli. La tecnologia satellitare può soffrire di problemi simili.

Attualmente non uso un’antenna sul tetto ma una appoggiata al televisore. Potrò farlo anche con il decoder?
Molto probabilmente sì. In diversi casi, se il segnale arriva molto pulito con un’antenna "interna" in analogico, sarà sufficiente anche per il digitale terrestre. Nella maggior parte dei casi, comunque, l’antenna sul tetto garantisce un segnale migliore.

Il sito ufficiale della copertura dice che è disponibile un certo canale nelle mie zone, ma non lo trovo, perchè?
La copertura può variare da zona a zona di una stessa città, quindi le informazioni offerte sul sito ufficiale sono approssimate. Possono essere utilizzate solo per avere un’idea di massima, la consulenza di un antennista locale può dare maggiori certezze.

Nel mio paese non arriva un buon segnale, potrà migliorare o devo disperare?
La situazione potrebbe migliorare allo switch-off, cioè quando sarà spento il segnale tradizionale. La convivenza tra digitale terrestre e analogico terrestre, infatti, costringe spesso a non sfruttare in pieno le capacità trasmissive: in alcune zone, potrebbero esserci miglioramenti. In ogni caso un antennista delle vostre zone, se capace e affidabile, deve essere in grado di darvi delle risposte più precise.

A casa vedo tutti i canali del digitale, esclusa la pay-tv Mediaset Premium, perché?
Mediaset 1, cioè il mux che trasporta Mediaset Premium, è uno dei meglio distribuiti, quindi è difficile non riceverlo. In questo caso, se siamo sicuri di non incorrere in un problema derivato dal pagamento della smart card, potrebbe essere necessario contattare l’antennista, per considerare qualche modifica all’antenna. Spesso, infatti, molte antenne sui nostri tetti hanno montati dei filtri che si rivelavano utili per il segnale analogico, ma che potrebbero essere persino controproducenti per il digitale terrestre.

Ho un’unica antenna sul tetto, ma ricevo canali diversi su decoder diversi, perchè?
Anche in questo caso i motivi possono essere diversi. Ad esempio, se il segnale arriva proprio al limite della soglia di visibilità, un decoder potrebbe aver "agganciato" un canale in un momento di segnale più forte, mentre durante la sintonizzazione del canale successivo non si è stati in grado di recepirlo. Se però la situazione fosse stabile (cioè un decoder prende sempre dei canali e un secondo decoder ne prende altri), allora potrebbero esserci problemi alla rete di distribuzione. Più raramente sono i decoder a complicare i giochi: non sono proprio tutti uguali, alcuni potrebbero risultare meno performanti, ma non è così frequente.

Se non installo il digitale terrestre devo pagare il canone?
Sì: il famoso canone Rai è, in realtà, un canone che deve essere corrisposto da chi possiede un televisore, per consentire allo Stato di sviluppare servizi radiotelevisivi di pubblica utilità (teoricamente anche con concessionarie diverse dalla Rai). La Corte di Cassazione ha confermato, nella sentenza n. 24010 del 20/11/2007, che il canone "Costituisce una prestazione tributaria, fondata sulla legge, non commisurata alla possibilità effettiva di usufruire del servizio de quo".

Rai continuerà a trasmettere su Sky?
Dall’ultima settimana di luglio, Sky ha rimosso dal suo decoder tutti i canali RAI-Sat, cioè quelli che da anni la tv di stato produceva per il satellite. La rimozione è stata improvvisa, a causa del continuo rinvio del nuovo contratto di fornitura Rai-Sky. Attualmente vengono ancora trasmessi i canali free, cioè Rai 1, 2 e 3 e Radio Rai. Questi canali sono sottoposti a frequenti criptaggi, in particolare per gli eventi sportivi . Rai non ha confermato, per il futuro, la permanenza dei suoi canali su SKY: saranno necessari nuovi contratti tra le due aziende.

Perchè Rai cripta gli eventi sportivi?
Formalmente, Rai non potrebbe trasmettere eventi sportivi all’estero, perché possiede solo i diritti nazionali. Tuttavia questo non è mai stato un ostacolo dato che, fino a pochi mesi fa, la maggior parte degli eventi veniva trasmessa senza problemi. Il decoder SKY, così come il decoder TivùSat, certifica già la nazionalità dello spettatore. Più probabilmente, Rai cripta i grandi eventi per spingere gli spettatori al passaggio al digitale terrestre o a TivùSat, dove offre più canali.

Cosa sarà dei canali RaiSat?
RaiSat è una delle aree più remunerative della tv di Stato, oltre ad essere un’azienda con un personale particolarmente numeroso. Attualmente i canali rimossi da Sky vengono trasmessi sul digitale terrestre, ma solo in Sardegna. Oppure, sono visibili gratuitamente su Internet. Il loro futuro deve essere ancora deciso con precisione: nel frattempo Rai ha già dismesso RaiSat Gambero Rosso, 
riacquistata da Sky (probabilmente nei prossimi mesi cambierà nome in Sky Gambero Rosso). 
RaiSat ha già abbandonato anche i diritti per alcuni programmi di punta, come il Letterman Show 
(anche questo riacquistato da Sky).

Rai è obbligata a trasmettere su Sky?
Questo punto, effettivamente, non è chiaro. Secondo i vertici dell’azienda di Murdoch, la tv di Stato dovrebbe garantire le trasmissioni su tutte le piattaforme, per non avvantaggiare una piattaforma al posto dell’altra. Il contratto di servizio Rai-Stato, infatti, parla chiaramente di una promozione di tutte le tecnologie di comunicazione, senza preferenze per una tecnologia particolare. In una recente dichiarazione, tuttavia, il viceministro alle comunicazioni Paolo Romani si è detto convinto dell’infondatezza di tale obbligo. Con ogni probabilità ci saranno scontri legali su questo tema, nel caso in cui Rai decida di rimuovere i canali 1, 2 e 3. Sky aveva già annunciato rappresaglie legali per la mancata ritrasmissione del canale Rai 4, gratuito ma pensato solo per il 
digitale terrestre.

Se vedo solo canali Sky devo comunque pagare il canone?
Sì, perché il canone è una tassa sul possesso della tv. L’associazione dei consumatori ha lanciato una proposta di riduzione del canone per gli utenti Sky, ma si tratta di una semplice provocazione.

Se Rai rimuoverà tutti i canali da Sky, come farò a vedere sia Sky che Rai?
In tal caso sarà necessario disporre di due decoder: quello di Sky, insieme a quello di Rai (digitale terrestre o TivùSat). Oppure, con una tv già predisposta al digitale terrestre (solo le più recenti lo sono) basterà il decoder Sky.

Mediaset uscirà da Sky?
Mediaset ha un contratto con Sky per la produzione di un canale ad hoc per il satellite, cioè Mediaset Plus. Questo canale durerà ancora molti anni, trattandosi di un contratto a lungo termine. Non vi sono obblighi, invece, per la ritrasmissione di Rete 4, Canale 5 e Italia 1. Trattandosi di una tv che trae vantaggi dalla pubblicità, e quindi dallo share, Mediaset non dovrebbe avere interessi immediati nella rimozione dai canali di Sky. Tuttavia potrà farlo quando riterrà più importante promuovere il digitale terrestre, dove Mediaset gode di una offerta a pagamento in concorrenza con Sky.

Sky potrà sbarcare sul digitale terrestre?
Non ancora: per alcuni anni la tv di Murdoch avrà l’obbligo, dall’Unione Europea, di non toccare 
quella piattaforma. Quando il blocco cadrà, secondo i vertici di Sky, la tv via Internet sarà già un 
investimento più interessante. Sky ha già contratti con tutte le IP Tv italiane e tramite la controllata

FOX sta sperimentando un canale solo per il web.

Cos’è il decoder TivùSat?
Il decoder TivùSat è un decoder satellitare pensato per quegli utenti che non potranno mai prendere il segnale digitale terrestre (zone montagnose o scoperte). Ritrasmette semplicemente i canali del digitale terrestre sul satellite, sempre in chiaro.

Dove si trova TivùSat?
Teoricamente si trova ad un prezzo di almeno 100€ nei principali negozi di tecnologia. In realtà, secondo un’indagine Adiconsum, attualmente è impossibile trovarlo, nemmeno nei maggiori centri di elettronica (Mediaworld, Euronics, Trony e Coop). 

Con TivùSat potrò vedere la pay-tv di Mediaset e La7?
Al momento questa funzionalità non è prevista. Tuttavia i decoder venduti per TivùSat sono già predisposti alle smart card di Mediaset e La7. Non sono compatibili, invece, con le smart card di Sky (perchè Sky usa una tecnologia proprietaria antipirateria).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 agosto 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore