Arrestati i “pusher del Villoresi”

L'inseguimento anche dentro il canale Villoresi con i carabinieri costretti ad un “bagno fuori stagione” di acqua e fango

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Tenenza di Bollate sono finalmente riusciti ad arrestare gli “spacciatori del villoresi”.
Si tratta di due cittadini di origini marocchine, A.S. ed M.M. le iniziali, entrambi 30enni senza fissa dimora, pregiudicati e clandestini.
I militari li hanno fermati dopo ore di osservazione nella Frazione Castellazzo, nei pressi del canale Villoresi, luogo dove incontravano abitualmente gli acquirenti.
Documentato il via vai di chi acquistava le dosi, fermati a distanza alcuni dei consumatori e trovati in possesso di cocaina ed eroina, gli investigatori hanno deciso di bloccare i due pusher.
Ne è nato un inseguimento: i due uomini sono fuggiti a piedi fin nelle acque del canale, profonde circa 50 centimetri; i Carabinieri si sono lanciati al loro inseguimento e sono stati costretti, per bloccare i fuggiaschi, ad un “bagno fuori stagione” di acqua e fango.
La successiva perquisizione personale ha consentito il recupero di 22 grammi di cocaina ed eroina.
I magrebini sono stati arrestati con l’accusa di spaccio di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. Sono stati già portati nel carcere di san Vittore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 aprile 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore