La nuova giunta Formigoni: 16 assessori, 4 sottosegretari

La vicepresidenza al leghista Andrea Gibelli. Alla lega 5 assessori, 2 ex An. I varesini: Cattaneo, Buscemi

La nuova giunta della Regione Lombardia è composta da sedici assessori, più 4 sottosegretari. La vicepresidenza è stata data, come previsto, al leghista Andrea Gibelli, che ha anche la delega all’industria, all’artigianato e all’edilizia e cooperazione. Alla Lega sono stati assegnati complessivamente 5 assessori e un sottosegretario. Due assessorati sono stati assegnati a ex di Alleanza Nazionale, ora Pdl. I rimanenti assessori e sottosegretari sono del Pdl (sei dei quali vicini a Cl). Una sola donna nella nnuova giunta: è la leghista bresciana Monica Rizzi.
Questa la composizione della nuova Giunta della Regione Lombardia: con le deleghe degli assessori e dei sottosegretari. Presidente: Roberto Formigoni.
Assessori
: Andrea Gibelli (vicepresidente. Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione); Marcello Raimondi (Ambiente, Energia e Reti); Giulio De Capitani (Agricoltura); Romano Colozzi (Bilancio, Finanze e Rapporti Istituzionali); Domenico Zambetti (Casa); Stefano Maullu (Commercio, turismo e Servizi); Massimo Buscemi (Cultura e Giovani); Giulio Boscagli (Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà Sociale); Raffaele Cattaneo (Infrastrutture e Mobilità); Gianni Rossoni (Istruzione, Formazione e Lavoro); Romano La Russa (Protezione Civile, Polizia Locale e Sicurezza); Luciano Bresciani (Sanità); Carlo Maccari (Semplificazione e Digitalizzazione) Alessandro Colucci (Sistemi Verdi e Paesaggio); Monica Rizzi (Sport); Daniele Belotti (Territorio e Urbanistica).
Sottosegretari: Paolo Alli (Attuazione Programma ed Expo 2015); Francesco Magnano (Attrattività e Promozione Territorio); Massimo Zanello (Cinema), Alberto Cavalli (Università e Ricerca).

Galleria fotografica

La nuova Giunta della Regione Lombardia 4 di 17

I curriculum

ROBERTO FORMIGONI
Presidente

Nato a Lecco nel 1947, dal 1973 vive a Milano. Roberto Formigoni, laureato in Filosofia all’Università Cattolica di Milano, ha studiato Economia politica alla Sorbona di Parigi. Nel 1973 è tra i fondatori del Movimento Popolare, di cui sarà presidente nazionale fino al 1987.
Eletto parlamentare Europeo nel 1984 (con oltre 450 mila preferenze è il primo degli eletti DC), è rieletto nel 1989, ricoprendo per cinque anni il ruolo di vicepresidente del Parlamento Europeo.
Entra per la prima volta al Parlamento italiano nel giugno del 1987. Rieletto nel 1992 e nel 1994, nel 1993-94, Roberto Formigoni è Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Ambiente.
Sia come vicepresidente del Parlamento Europeo sia come deputato membro della Commissione Esteri del Parlamento italiano, ha maturato un’ampia esperienza internazionale con particolare attenzione agli interventi umanitari.
E’ Presidente della Regione Lombardia dal 1995.
Dal 1998 al 2003 fa parte dell’Ufficio di Presidenza del Comitato delle Regioni.
Nella primavera del 2000, Roberto Formigoni è riconfermato direttamente dai cittadini Presidente della Regione Lombardia con le preferenze del 62,5 per cento dei votanti.
Nel dicembre 2004, è insignito della Laurea honoris causa in Scienza e Tecnica della Comunicazione dalla Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM).
Nell’aprile 2005, Roberto Formigoni è riconfermato per la terza volta Presidente della Regione Lombardia.
Anche dopo l’elezione al Senato della Repubblica Italiana – nelle elezioni politiche del 2006 e del 2008 – Roberto Formigoni si è dimesso per poter continuare a sviluppare in Lombardia un modello di buon governo per tutto il Paese.
E’ Vice presidente nazionale di Forza Italia dal maggio 2008.
Nell’aprile 2010, Roberto Formigoni viene riconfermato per la quarta volta Presidente della Regione Lombardia.

ASSESSORI

ANDREA GIBELLI
Vicepresidente – Industria, artigianato, edilizia e cooperazione

Nato a Codogno (Lo) il 7 settembre 1967. Risiede a Lodi. Laurea in architettura, libero professionista. Consigliere provinciale a Milano e membro della Commissione territorio dal 1992 al 1994.
Consigliere comunale a Sant’Angelo Lodigiano (LO) dal 1990 al 1993. Consigliere comunale a Lodi dal 1996 al 2000. E’ stato responsabile dell’Ufficio legislativo della Lega Nord presso il Consiglio regionale della Lombardia e responsabile degli Enti Locali della Lega Nord.
Per quanto riguarda l’attività parlamentare, nella XII legislatura ha fatto parte della ottava Commissione permanente – ambiente, territorio e lavori pubblici. Nella XIV legislatura è stato membro del Gruppo Lega Nord – Federazione Padana e dall’11 maggio 2005 ne è divenuto capogruppo. E’ stato componente della quarta Commissione permanente – difesa -, della nona Commissione permanente – trasporti, poste e telecomunicazioni -, della Giunta per il regolamento, della Commissione parlamentare per le questioni regionali.
Nella XV legislatura è stato vicepresidente del suo Gruppo parlamentare, componente della Giunta per il regolamento, della Commissione speciale per l’esame dei disegni di legge di conversione di decreti legge e della nona Commissione permanente – trasporti, poste e telecomunicazioni -.
Nella XVI legislatura è stato presidente della decima Commissione – attività produttive, commercio e turismo -; inoltre è stato delegato al coordinamento delle attività del Comitato per la valutazione delle scelte scientifiche e tecnologiche (VAST).

MARCELLO RAIMONDI
Ambiente, energia e reti

Bergamasco, nato nel 1961, sposato, quattro figli, è consigliere regionale della Lombardia dal maggio del 2000, eletto nelle file di Forza Italia. Nella VII legislatura (2000-2005) è stato vicepresidente del gruppo di Forza Italia in Regione, vicepresidente della Seconda Commissione consiliare "Affari
istituzionali" e membro della Settima Commissione "Cultura, Formazione professionale, Commercio, Sport, Informazione".
Dall’inizio della VII legislatura è stato relatore di alcuni tra i più importanti provvedimenti approvati dalla Regione: tra questi spiccano quello che ha varato il Buono Scuola e le leggi di semplificazione che hanno dimezzato il corpus normativo della Regione Lombardia.
Rieletto nell’aprile 2005, è stato presidente della V Commissione consiliare "Territorio" fino al luglio 2008 e componente della VI Commissione "Ambiente e Protezione civile".
Nel luglio 2008 è stato nominato delegato del presidente per l’Attuazione del Programma. E’ stato rieletto in Consiglio regionale nel 2010.
E’ responsabile della Consulta cattolica provinciale di Forza Italia di Bergamo. Prima di dedicarsi alla politica è stato giornalista a "L’Eco di Bergamo" e "Bergamo Tv" e dirigente del gruppo editoriale Sesaab, ed è stato promotore di numerose iniziative culturali e di solidarietà.

GIULIO DE CAPITANI
Agricoltura

Nato ad Olginate (LC) il 27 febbraio 1946, architetto. Laureato al Politecnico di Milano, libero professionista dal 1971. Nel 1975 è fondatore, con altri cittadini, di un gruppo civico
indipendente ad Olginate che rappresenta in Consiglio comunale per tre mandati.
Dal 1993 al 1997 ricopre il ruolo di capogruppo consiliare per la Lega Nord nel Consiglio comunale di Olginate e presso la Comunità Montana Lario Orientale.
Per la Lega Nord è stato candidato alla Presidenza dell’Amministrazione provinciale di Lecco nel 1995.
Ex assessore ai Lavori Pubblici ed al Patrimonio del Comune di Lecco, fino al ’99 è stato capogruppo in Consiglio provinciale e membro delle Commissioni Territorio e Lavori pubblici. E’ stato
membro del direttivo provinciale della Lega Nord (1995-1998) e ha ricoperto la carica di segretario provinciale della Lega Nord per la provincia di Lecco. E’ membro del consiglio nazionale.
Il 4 aprile 2005 è stato eletto consigliere regionale nella circoscrizione di Lecco con 2.949 voti. Dal 15 luglio 2008 sino alla fine della legislatura è stato presidente del Consiglio regionale della Lombardia.

ROMANO COLOZZI
Bilancio, finanze e rapporti istituzionali

Nato a Cesena nel 1949. Insegnante. Ricopre il primo incarico istituzionale nel 1975 come consigliere comunale di Cesena, dove rimane per tre legislature fino al 1990. Nel 1983 entra a far parte del Comitato di gestione dell’USL n. 39 di Cesena dove cura il sistema informativo e la Scuola di Formazione infermieristica.
Dal 1986 al 1988 è membro del Consorzio "Romagna Acque" per la costruzione della diga di Ridracoli(FO). Nel 1990 è eletto consigliere regionale in Emilia Romagna, dove resta fino al
1995, dedicandosi a problematiche istituzionali e regolamentari.
Dal 1997 e’ consulente del presidente della Regione Lombardia per gli affari istituzionali e le politiche sociali. In questa veste ha curato in particolare le problematiche della riforma federalista dello stato.
Nella settima legislatura (2000-2005) è stato assessore alle Risorse e Bilancio. Nell’ottava legislatura (2005-2010) è stato assessore alle Risorse, Finanze e Rapporti istituzionali. Ha inoltre ricoperto la carica di coordinatore degli assessori al Bilancio della Conferenza delle Regioni e di presidente del
Comitato di settore per la sanità. Attualmente è consigliere d’amministrazione di AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).

DOMENICO ZAMBETTI
Casa

E’ nato a Bari il 15 settembre 1952. Vive e lavora a Milano dal 1973. Ha due figli. Dirigente dell’ASL "Città di Milano". Ha iniziato la sua attività presso l’Assessorato regionale alla Sanità – Ufficio Medico Provinciale di Milano. Ha fatto parte per numerosi anni del CRIAL, (Comitato Regionale Inquinamento
Atmosferico della Lombardia). E’ stato segretario della Commissione analitica per l’incidente di Seveso. Esperto in materia di gas tossici e autore di una pubblicazione dal titolo "Guida alla conoscenza e all’uso dei gas tossici", edito da Assoservizi pubblicato nel 1995. Ha ricoperto diverse cariche tra cui è stato consigliere del Comitato sanitario di zona di Vimercate (MI); consigliere comunale di Cassina de’ Pecchi (MI) e assessore comunale, quindi Sindaco; componente Commissione Aree Metropolitane dell’Unione Province d’Italia. Componente del Consiglio Nazionale della Protezione Civile. E’ stato assessore al Bilancio, Programmazione, Finanza, Demanio e Patrimonio, Protezione della Provincia di Milano.
Il 16 aprile 2000 è stato eletto consigliere regionale nella circoscrizione di Milano. E’ stato presidente del gruppo consiliare "Cristiano Democratici Uniti – Partito Popolare Europeo". E’ stato coordinatore regionale dell’Unione di Centro (UDC). E’ stato presidente della Commissione consiliare "Ambiente e protezione civile" e consigliere segretario della Commissione speciale per lo Statuto e componente di tutte le Commissioni consiliari e speciali.
Promotore e socio fondatore dell’ISPRO (Istituto Studi e Ricerche sulla Protezione Civile).
Nell’aprile 2005 è stato rieletto consigliere regionale e nominato assessore regionale con delega alla Qualità dell’Ambiente. Da luglio 2006 è alla guida dell’assessorato all’Artigianato e Servizi. E’ stato rieletto in Consiglio regionale nel 2010.

STEFANO MAULLU
Commercio, turismo e servizi

Nato a Milano il 15 marzo 1962. Nel 1987 inizia la carriera politica nella maniera più tradizionale, in sezione. Nel 1993 diventa consigliere di circoscrizione e presidente alla Commissione "Urbanistica". Nel 1997 viene eletto al consiglio comunale di Milano, nominato vicepresidente del CIMEP (Consorzio
Intercomunale per l’Edilizia Residenziale Pubblica). Nel 1999presidente della Commissione "Urbanistica ed edilizia". Nel 2000 viene eletto per la prima volta in Consiglio Regionale, ha fatto parte delle Commissioni consiliari "Territorio" e "Ambiente e protezione civile". E’ stato vicepresidente del Gruppo Forza Italia in Consiglio regionale ed ha ricoperto la carica di presidente della Commissione speciale per l’attuazione delle politiche comunitarie.
Nel 2004 diventa presidente della società "Navigli Lombardi".
Nel 2005 è rieletto in Consiglio regionale ricoprendo dall’inizio della legislatura la carica di presidente della VI Commissione consiliare "Ambiente e Protezione civile".
Nel luglio 2008 è nominato assessore alla Protezione civile, prevenzione e polizia locale. Nel 2006 è nominato presidente dell’Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale della Città di Milano, ente che ha il compito di organizzare il servizio idrico integrato della città, inteso nei tre settori dell’acquedotto,
fognatura e depurazione. Rieletto consigliere regionale nel 2010.

MASSIMO BUSCEMI
Cultura e giovani

Nato a Magenta (MI) il 13 giugno 1960, risiede a Gallarate (VA).
Dirigente d’azienda. Laureato in Economia e commercio alla Bocconi di Milano, consegue un Master in comunicazione d’impresa. E’ stato coordinatore provinciale di Forza Italia e fondatore del centro di studi sociali e politici "Le opinioni". Eletto nel collegio di Varese, diventa per la prima volta
consigliere regionale nel 1995 assumendo la presidenza della Commissione consiliare "Territorio". Viene rieletto consigliere regionale il 16 aprile 2000 e ricopre fino ad aprile 2003 la carica di presidente della Commissione consiliare "Sanità e assistenza". Il 16 maggio dello stesso anno diventa assessore
regionale con deleghe a Sicurezza, polizia locale, protezione civile, sicurezza sul lavoro, gestione dell’emergenza sanitaria e coordinamento enti locali.
Nell’aprile del 2005 è stato rieletto consigliere regionale nelle file di Forza Italia per la circoscrizione di Varese. E’ stato assessore regionale alla Polizia locale, prevenzione e protezione civile ed ora, dopo il cambio di deleghe nell’esecutivo avvenuto nel luglio 2006, è assessore alle Reti e Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo sostenibile. E’ stato rieletto in Consiglio regionale nel 2010.

GIULIO BOSCAGLI
Famiglia, conciliazione, integrazione e solidarietà sociale

Nato il 30 giugno 1948, residente a Lecco, coniugato e ha sei figli. Dopo la laurea in Fisica all’Università Statale di Milano, svolge una intensa attività nel campo culturale e sociale che lo porta a entrare in politica con l’elezione al Consiglio comunale di Lecco dove dal 1979 al 1986 è assessore
con deleghe all’Istruzione e cultura. Dal 1986 al 1993 è sindaco di Lecco. E’ stato presidente regionale della Federazione delle cooperative culturali (aderente a Confcooperative) e presidente del Comitato per l’istituzione della Provincia di Lecco. E’ stato inoltre membro dei Consigli di Amministrazione
dell’Associazione per l’istituzione di scuole universitarie a Como e Lecco, dell’Ente Pensionati Lecchesi, della Società per lo sviluppo dei collegamenti pedemontani, della Società dei trafori dello Spluga e dello Stelvio. Dal 1996 al marzo 2000 è stato a capo della Segreteria politica del Presidente Formigoni.
Il 16 aprile 2000 è stato eletto consigliere regionale nella circoscrizione di Lecco. Nel corso della legislatura è stato vicepresidente del comitato per la montagna e componente delle Commissioni "Affari istituzionali" e "Territorio". Rappresenta la Regione nel Cda del Museo della Scienza e della tecnica e nel Cda del Politecnico di Milano. Il 18 dicembre 2001 diventa presidente del Gruppo di Forza Italia. Rieletto consigliere regionale nel 2005, è stato presidente del gruppo consiliare di Forza Italia. Dal 26 giugno 2008 è assessore alla Famiglia e Solidarietà sociale. E’ stato rieletto consigliere regionale nel
2010.

RAFFAELE CATTANEO
Infrastrutture e Mobilità

Nato a Saronno (VA) il 15 settembre 1962. Laureato in economia e commercio, è sposato e ha tre figli adottivi. Tra i suoi incarichi: dal 1988 al 1992 capo di gabinetto della presidenza della Camera di Commercio di Milano con il presidente Piero Bassetti; dal 1993 al 1995 alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Milano Dirigente dell’unità strategie e programmazione, in staff alla presidenza e alla segreteria generale, con responsabilità sul policy making, la pianificazione strategica, le relazioni associative e istituzionali, la gestione di progetti speciali e la programmazione delle attività; dal 1995 al 2000 dirigente del gabinetto di presidenza della Regione Lombardia con responsabilità dell’area programmazione strategica e successivamente direttore Attuazione programma e vice direttore
generale della presidenza; dal 2000 vice segretario generale della Giunta regionale e direttore programma e relazioni esterne.
Nel 2004 è stato nominato presidente del Consiglio di sorveglianza di Infrastrutture Lombarde SpA. E dallo stesso anno è membro del CdA della SEA SpA, società di gestione degli aeroporti di Milano.
E’ stato assessore al bilancio e consigliere comunale a Induno Olona (VA). Coordinatore della gestione commissariale per l’emergenza rifiuti di Milano e Provincia.
Eletto nel listino del Presidente Formigoni, è diventato consigliere regionale nel 2005 e nominato sottosegretario alla Presidenza con delega alla Attuazione del programma, relazioni esterne e internazionali. Dal luglio 2006 è assessore alle Infrastrutture e Mobilità. E’ stato rieletto in Consiglio
regionale nel 2010.

GIANNI ROSSONI
Istruzione, formazione e lavoro

Nato a Offanengo (CR) il 17 gennaio 1949. Diplomato all’ISEF. Insegnante. Dal 1985 al 1990 è stato vice sindaco e assessore al Commercio e al Personale nel Comune di Offanengo; dal 1990 al 1995 assessore al Commercio e ai Rapporti con gli Organi Istituzionali.
Dal 1989 al 1990 presidente del "Centro regionale di incremento ippico" di Crema. E’ entrato in Consiglio regionale nel 1990, eletto nel collegio di Cremona nelle liste della DC. Dal 1992 al
1995 ha ricoperto la carica di presidente del gruppo regionale DC e del Partito popolare (PPI). E’ stato poi rieletto nel 1995 nelle liste del CDU di cui è stato presidente del gruppo regionale fino al 1999, anno in cui aderisce a Forza Italia, nelle cui file entra in Consiglio regionale il 16 aprile 2000.
E’ presidente del Comitato regionale Artigiancassa.
E’ rieletto nell’aprile 2005 nella circoscrizione di Cremona e poi ancora nel 2010. Nel luglio 2006 è stato nominato assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro.

ROMANO LA RUSSA
Protezione civile, polizia locale e sicurezza

Nato a Paternò, in provincia di Catania, l’11 gennaio 1952.  Risiede a Milano dal 1960. Giovanissimo, partecipa alle battaglie politiche della Destra meneghina, ricoprendo importanti incarichi prima nella Giovane Italia e poi nel Fronte della Gioventù.
Nel 1995 è stato eletto consigliere regionale della Lombardia, ricoprendo l’incarico di capogruppo di Alleanza Nazionale. E’ stato presidente della Commissione regionale per le riforme istituzionali e relatore della legge che ha permesso il trasferimento di numerose deleghe e competenze agli enti locali.
E’ stato anche relatore della legge regionale per il riordino della polizia locale e promotore della proposta di legge per aiutare le famiglie numerose.
Ha dato vita all’associazione Ippocrate Onlus, che opera nell’ambito socio-sanitario e che, tra le varie iniziative, ha sostenuto e finanziato la realizzazione di un ospedale in Somalia.
E’ stato parlamentare europeo e, dal maggio 2008, assessore regionale all’Industria, Piccola e Media Impresa e Cooperazione. Eletto consigliere regionale nel 2010. Nel Popolo della Libertà è coordinatore della Provincia di Milano.

LUCIANO BRESCIANI
Sanità

Cardiochirurgo, nato nel 1940 a Carbonara di Po (MN), risiede a Milano. Ha esercitato la professione in Sudafrica, con Christian Barnard, nei primi anni settanta, poi negli Stati Uniti (Los Angeles e New York) e in Olanda, presso l’Università Reale di Utrecht.
Negli anni Novanta è stato assessore alla salute per la Provincia di Como.
In qualità di esperto di programmazione sanitaria, è in Regione Lombardia dal 2003 ed è stato direttore generale vicario dell’assessorato alla Sanità dal giugno del 2005. Il 17 marzo 2007 è stato nominato Assessore regionale alla Sanità.

CARLO MACCARI
Semplificazione e digitalizzazione

Nato a Volta Mantovana l’11 maggio 1965. Laureato in Farmacia all’Università a Parma. Presidente provinciale del Fronte della Gioventù, viene eletto a 20 anni consigliere comunale per il Msi a Castiglione delle Stiviere e successivamente riconfermato. Eletto a Guidizzolo nel 1995, diviene assessore alle politiche sociali, ecologia ed ambiente; eletto sindaco nel 1999, riconfermato nel 2004.
Eletto nel 2001 consigliere provinciale con il record regionale per Alleanza Nazionale nei comuni (41%) e del collegio (19,5%).
Eletto nel 2005 consigliere regionale nel listino del presidente Formigoni, diviene consigliere segretario dell’ufficio di Presidenza, componente della I commissione ,"Programmazione e Bilancio", della III commissione "Sanità e Assistenza" e della VII commissione "Cultura, formazione professionale, sport e
informazione". Rieletto nel 2010 in Consiglio regionale.
E’stato presidente provinciale di Alleanza Nazionale da febbraio 2002 ad aprile 2009, sino cioè alla formazione del  PdL di cui è ora coordinatore provinciale e vice coordinatore regionale.
E’ socio fondatore dell’associazione "ARCA", attiva nel campo del recupero delle dipendenze, che fa riferimento a "Progetto Uomo" di don Mario Picchi. Rieletto nel Consiglio regionale nel
2010.

ALESSANDRO COLUCCI
Sistemi verdi e paesaggio

Nato a Milano il 20 maggio 1974, dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica si è laureato in Economia Aziendale presso il Libero Istituto Universitario "Carlo Cattaneo" di Castellanza con una tesi sulla quotazione in Borsa delle piccole e medie imprese. Dopo varie esperienze lavorative nel settore
della moda, dell’abbigliamento, della ricerca di mercato e della grande distribuzione, attualmente è responsabile dei rapporti esterni, istituzionali e internazionali presso la sede regionale della Lombardia per l’Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE), dove ha operato anche per i mercati esteri. E’ stato eletto nella lista di Forza Italia della circoscrizione di Milano nel 2005 e poi rieletto nel 2010.

MONICA RIZZI
Sport

Nata a Brescia il 15 dicembre 1969, vive a Darfo Boario Terme. Studia a Padova e si specializza in Svizzera nel recupero dei minori abusati, lavorando nel campo specifico per una decina d’anni. E’ eletta nel 1991 consigliere di minoranza nel comune di Darfo Boario Terme per la Lega Lombarda, nello stesso Comune ricopre poi la carica di consigliere assessore ai Servizi Sociali, Pubblica Istruzione ed Edilizia Privata dal 2002. Nella Lega è stata segretario di sezione, segretario di circoscrizione e dal novembre 1999 per sei anni segretario provinciale della Valle Camonica nonché membro della Segreteria nazionale della Lega Lombarda e della Commissione disciplinare, oltre che per 8 mesi Commissario della Provincia di Brescia.
Collaboratrice al Senato del gruppo della Lega Nord-Padania e del Ministero della Giustizia per quanto riguarda i temi dell’infanzia, collabora con varie associazioni di volontariato, onlus, istituzioni come specialista dell’assistenza all’infanzia.
Candidata alle elezioni europee del 2004 ed alle regionali del 2005, è stata eletta consigliere regionale per la Lega Nord nella circoscrizione di Brescia.

DANIELE BELOTTI
Territorio e urbanistica

Commerciante bergamasco nato nel 1968, è collaboratore del quotidiano "La Padania". Nel 1990 ha fondato il Movimento Giovanile del Carroccio. Segretario provinciale della Lega Nord di Bergamo dal 1994 al settembre del 1999, è stato eletto consigliere comunale di Bergamo nel 1995. Attualmente è
capogruppo della Lega Nord in Consiglio comunale. Eletto consigliere regionale nel 2000 nella circoscrizione di Bergamo, ha fatto parte delle commissioni consiliari "Territorio", "Cultura, formazione professionale, commercio, sport, informazione" e della Commissione Speciale sulla situazione carceraria e per il rispetto dei diritti dei detenuti.
Nell’aprile 2005 è stato rieletto consigliere regionale per la Lega Nord nella circoscrizione di Bergamo. Eletto nuovamente in Consiglio regionale nel 2010.

SOTTOSEGRETARI

PAOLO ALLI
Attuazione del programma ed Expo 2015

Nato nel 1950, si è laureato in Ingegneria Elettronica presso il Politecnico di Milano nel 1976.
Ha al proprio attivo una carriera ventennale come manager in grandi aziende italiane operanti nel settore dell’energia, dove ha ricoperto ruoli di responsabilità in diversi settori. E’ stato membro di organismi nazionali ed europei nel settore dell’energia e dell’ambiente.
Dal 2000 al 2005 è stato direttore generale dell’assessorato ai Servizi di Pubblica Utilità della Regione Lombardia. Dal 2001 al 2003, è stato anche, ad interim, direttore generale Artigianato, Nuova Economia, Ricerca e Innovazione Tecnologica della Regione Lombardia.
Nel 2005-2006 è stato direttore centrale delle relazioni esterne, internazionali e comunicazione della Regione Lombardia. Dal luglio 2006 ricopre il ruolo di responsabile della segreteria particolare del presidente della Regione Lombardia.
E’ stato membro dell’Advisory Council Europeo sull’Idrogeno della Commissione Europea dalla sua istituzione nel 2003 fino al termine nel 2008. Ha partecipato a comitati istituzionali e universitari nei settori dell’ambiente e della ricerca.
Nel 2007 e 2008 è stato membro del Consiglio di Amministrazione di APAT (Agenzia Nazionale per l’Ambiente e il Territorio). E’ membro del Consiglio di Amministrazione della società Expo 2015 SpA.

FRANCESCO MAGNANO
Attrattività e promozione del territorio

E’ nato a Brancaleone (RC) il 9/3/1949 e tre mesi dopo si era già trasferito in Lombardia, a Verceia, in Valtellina. Da quando aveva 9 nove anni è residente a Macherio (MB).
Sposato, padre di due figli, Fabio, di 27 anni, e Federica di 22.
Geometra, è stato dipendente dell’Ufficio Tecnico Erariale di Milano dal 1965 al 1979, poi ha lavorato come libero professionista nel suo studio di progettazione.
E’ alla sua prima esperienza politica.

MASSIMO ZANELLO
Cinema

Nato a Milano il 14 settembre 1965, è padre di due figli. Dal 1988 al 1994 è stato consigliere comunale a Villa Cortese (MI), dove dal 1993 al 1994 ha ricoperto la carica di assessore comunale al Bilancio. Dal 1990 al 1995 è stato consigliere provinciale a Milano, ricoprendo dal 1994 al 1995 la carica di
presidente della Provincia di Milano. Nel 1995 è stato nominato anche assessore al Commercio nel Comune di Milano. Consigliere regionale dal 1995, eletto nel collegio di Milano, nella sesta legislatura ha fatto parte delle Commissioni "Programmazione e Bilancio" e "Sviluppo economico", della Commissione speciale per l’attuazione delle "Leggi Bassanini" e della Commissione d’inchiesta sulla discarica di Cerro Maggiore. Nel 2000 è stato rieletto consigliere regionale nella circoscrizione di Milano, ed ha ricoperto per l’intera legislatura l’incarico di assessore regionale con delega all’Industria, Piccola e media impresa e Cooperazione.
E’ stato rieletto nel 2005 nella circoscrizione di Monza e Brianza. Il 7 luglio 2006 è stato nominato assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia.

ALBERTO CAVALLI
Università e ricerca

E’ nato a Brescia il 17 marzo 1953. Dopo gli studi classici, si è laureato in Architettura a Venezia ed ha avviato a Brescia uno studio professionale. Sposato, è padre di due figli. E’ stato membro del comitato di programmazione e pianificazione della Regione, consigliere di amministrazione della Triennale (dal ’90
al ’92 ne è stato commissario straordinario). Il suo impegno politico comincia nel 1995, quando – primo degli eletti nelle file di Forza Italia – entra in consiglio provinciale. Nel giugno 1999 viene eletto presidente della Provincia di Brescia per la prima volta. E’ stato poi riconfermato nel 2004.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 aprile 2010
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La nuova Giunta della Regione Lombardia 4 di 17

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore