Il Manzoni ci riprova: “Vogliamo il liceo musicale”

Dopo la delusione della scorsa primavera, lo psicopedagogico rinnova la sua candidatura per entrane nel novero delle sperimentazioni

Il liceo Manzoni di Varese non demorde. Decenni di esperienza non possono venir sprecati. Così, anche per l’anno 2011-2012, rinnova la sua candidatura a entrare nel novero deli licei musicali previsti dalla Riforma Gelmini.
Già lo scorso anno la Regione Lombardia aveva previsto, con una specifica delibera del mese di febbraio 2010, che presso il Liceo “Manzoni” fosse istituito un Liceo Musicale Statale, ma il Ministero poi aveva preferito a Varese qualche altra città della Lombardia, forse anche a causa della promozione del coreutico al Candiani.  

Quest’anno, ancora una volta la Provincia di Varese ha previsto nel proprio piano l’Istituzione del Liceo Musicale Statale presso il “Manzoni” di Varese. Anche il Sindaco di Varese, Attlio Fontana, ha espresso il suo appoggio alla creazione di una nuova Istituzione scolastica in città.

«Lo scorso anno al “Manzoni” di Varese – ricorda il preside Vittorio Fabricatore – erano pervenute oltre 40 iscrizioni, tali da permettere addirittura la formazione di due prime classi. La domanda di formazione musicale in provincia è molto alta e il nostro territorio deve essere
messo in grado di rispondere adeguatamente ad un’utenza sempre più numerosa e qualificata».
 
Il liceo “Manzoni” di Varese vanta una lunghissima tradizione musicale, ben ottant’anni di insegnamento diventati indirizzo specifico 10 anni fa. Strumento, teoria, storia della musica, coro, orchestra e informatica musicale sono le lezioni curricolari di questo indirizzo che ha già ottenuto il favore di circa 150 studenti: « La ricchezza delle strumentazioni musicali, la disponibilità di aule speciali e la particolare modernità delle strumentazioni elettroniche, che comprendono anche un laboratorio di musica elettronica, fanno di questa scuola un esempio unico in provincia – sottolinea Fabricatore -Tanto per citare solo alcune attività e strumentazioni musicali: il”Manzoni” ha un’orchestra di fiati e un coro, 7 pianoforti, chitarre, basso elettrico, flauti traversi, clarinetti, saxofoni, strumentario Orff,, 3 Pianoforti digitali, tastiera elettronica, locali insonorizzati ad uso esclusivo del Laboratorio musicale, auditorio con 150 posti, attrezzature per amplificazione e registrazione, laboratorio di Informatica musicale e musica elettronica. E tutto ciò è stato costruito faticosamente e meritoriamente nel corso degli anni anche con il contributo economico delle famiglie».
La speranza torna ad accendersi, dopo gli alti e bassi di inizio anno. Varese spera nella riapertura dell’elenco che oggi conta 37 licei in tutt’Italia: « Le Istituzioni cittadine e provinciali dovrebbero considerare con adeguata attenzione l’importanza di istituire un polo di formazione musicale statale – conlude il preside – Per il momento speriamo solo che Varese e provincia non siano di nuovo dimenticate dal piano nazionale del Ministero dell’Istruzione e soprattutto che le Istituzioni locali sappiano valorizzare questo enorme patrimonio di esperienze e risorse».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore