La preside: “La rivolta parte da frange minoritarie”

La dirigente ribadisce di aver cercato il confronto con i ragazzi, ma che la situazione si è inasprita per colpa degli "irriducibili"

«La "base" ha scavalcato i suoi stessi rappresentanti». Così la dirigente dell’Ipc Falcone Carmela Locatelli spiega quel che è accaduto lunedì durante l’assemblea che coinvolgeva tutti gli studenti dell’indirizzo grafico. «Ho voluto cercare un confronto con i ragazzi che avevano firmato la lettera. Ritengo che sia giusto farlo, che possano esprimersi e contestare anche apertamente». La dirigente conferma l’accordo ottenuto con i rappresentanti d’istituto, per cercare di raccogliere tutte le segnalazioni e i problemi esistenti. Nella versione della dirigente a scaldare il clima dell’assemblea è stata una parte dei ragazzi, «frange ridotte, ragazzi che vogliono la linea dura. Ma più di questo non possiamo fare». La preside spiega che gli studenti hanno deciso di rimanere nell’atrio («ma mancava poco alla fine delle lezioni») e sottolinea che comunque «nel pomeriggio si è fatta lezione regolarmente».

Il clima che si respira di certo non è dei migliori: sicuramente si ha che fare con ragazzi, forse per loro stessa natura. per l’irruenza dell’età inclini ad alzare i toni. Può darsi che ci sia stata anche un po’ di competizione tra i ragazzi dei diversi indirizzi, con quelli dell’alberghiero da qualcuno visti come "privilegiati" che hanno potuto avvicinare il ministro (anche se poi tutti dicono di essere d’accordo con la protesta). Certo anche la dirigente oggi non risparmia critiche ai suoi stessi colleghi: «Ci sono docenti che cercano di mediare e altri che si dimostrano scontenti e trasmettono ai ragazzi questa loro scontentezza». Il rapporto con gli insegnanti è un altro capitolo della vicenda: «Io non so perchè ci sia astio tra gli insegnanti. Nel collegio docenti convocato giovedì tutti potranno esprimersi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore