Allarme nel condominio, puzza dalla cantina della ex pizzeria “La Bufala”

I residenti sollecitano un intervento. Al proprietario non sono state restituite le chiavi e il cibo abbandonato sta andando a male

La chiusura della pizzeria dei Fratelli La Bufala, in via Morosini, ha lasciato uno strascico nel condominio. Dal magazzino dell’ex locale, oggi ancora chiuso a chiave, sale un odore forte e penetrante.  E’ l’igiene, è solo questo e nulla più, la parola chiave, per capire che cosa stia accadendo nel palazzo. La cantina è serrata. I gestori della pizzeria sono andati via – cacciati dai proprietari della nota catena- e non hanno riconsegnato le chiavi al proprietario, l’ingegner Bombelli, che ora sta sudando le proverbiali sette camicie. Perché gli inquilini del palazzo hanno paura dei topi. Da qualche giorno sale questo odore, sulla scale: «E’ tanfo di cibo che sta andando a male – ci dice un’inquilina al telefono – siamo 10 famiglie, qui al civico 3 di via Morosini, e l’altra sera abbiamo dovuto aprire la finestra della scala, perché non si poteva stare. E poi ci sono delle luci accese, e non capiamo perché. Abbiamo chiamato il proprietario e speriamo che qualcuno faccia qualcosa in fretta. Lui ha chiamato la Asl e i carabinieri – continua l’inquilina, che vuole però rimanere anonima – ma gli hanno spiegato che senza chiavi non si può intervenire, adesso telefonerà ai vigili urbani. Nel frattempo avremo la casa invasa dai topi? E’ questo quello che temiano. Guardi – aggiunge ancora la signora – avevamo già fatto una derattizzazione a suo tempo. So di cosa stiamo parlando. In quella cantina c’è qualcosa che sta andando a male».  

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Agosto 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.