Cava, la Regione: “Decisione trasparente, entro febbraio”

Il caso coinvolge il Pirellone, che decide di allargare il procedimento all'ex magistrato Giuseppe Grechi. La Provincia vuole lo stralcio, gli ambientalisti sono sul piede di guerra ma gli imprenditori hanno le carte in regola

cava coppaUna novità importante nella vicenda della cava ex Coppa. La Regione Lombardia annuncia ufficialmente che prenderà una decisione sullo stralcio entro la fine di febbraio, e aggiunge che sarà coinvolto anche l’assesore alla trasparenza: valuterà ogni atto, compresi i rilevamenti dell’Arpa, i pareri dei comitati tencici e quelli degli enti locali. 

La Regione Lombardia sottoporrà la delibera al magistrato ed ex presidente della Corte d’Appello di Milano, Giuseppe Grechi.

"Dopo un iter approfondito – ha detto l’assessore all’Ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi -, con la richiesta di ulteriori relazioni all’Arpa e l’acquisizione del parere del Comitato Tecnico consultivo per le attività estrattive, e dopo una lunga e completa interlocuzione con tutti gli Enti locali e i Consiglieri regionali del territorio, concordiamo col fatto che bisogna pronunciarsi in tempi brevi. In più, per dare una ulteriore garanzia di trasparenza e rigore nelle procedure, sottoporremo la delibera di Giunta all’autorevole giudizio del delegato alla Trasparenza, cui chiederemo di esaminare tutti gli
atti in maniera serrata, per rispettare l’impegno di presentare la delibera al Consiglio entro la fine di febbraio".

L’ITER – La Provincia di Varese aveva varato nel 2008 un Piano Cave che conteneva quella di Cantello; tre anni dopo ne ha chiesto lo stralcio. Sulle motivazioni della richiesta di
stralcio è chiamata a pronunciarsi la Regione, con la decisione ultima che spetta al Consiglio regionale, cui la Giunta trasferirà gli atti relativi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 febbraio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore