La Yamamay non trema e vola in semifinale

Marcia trionfale di Busto a Novara: anche senza Havelkova le biancorosse schiantano in tre set l’Asystel e chiudono subito la serie dei quarti. Ora si aspetta la vincente di Piacenza-Modena

Capolavoro completato: in meno di tre giorni la Yamamay conquista prima la finale di Coppa CEV e poi la semifinale di campionato, tutto questo senza la sua giocatrice più forte e rappresentativa. Basta così? No, perché le “farfalle”, tanto per gradire, hanno anche chiuso la pratica nel più breve tempo possibile, imponendosi con un trionfale 3-0 sul campo dell’Asystel Novara. Non c’è mai stata tensione allo Sporting Palace, e sì che i presupposti potevano esserci, vista l’assenza di Havelkova, la stanchezza delle bustocche tornate da Urbino solo all’alba di domenica e la serata non eccelsa di alcune protagoniste, su tutte Havlickova (ferma al 24% in attacco). La Yamamay invece ha il merito di sbagliare pochissimo, appena 9 errori contro i 27 delle novaresi, aggrappandosi poi a Meijners e a una Marcon inesauribile per chiudere l’incontro. Molto bene anche Dall’Ora e Lloyd, premiata come MVP; in generale impressionante la tranquillità delle biancorosse anche nei (pochi) momenti difficili dell’incontro. Si chiude con i tifosi delle due squadre a scambiarsi cori e incitamenti, sapientemente mescolati a invettive contro Villa Cortese: per Novara la stagione finisce qua, a Busto spettano quattro preziosissimi giorni di riposo prima della gara 1 di semifinale, sabato 24 marzo al PalaYamamay contro la vincente di Piacenza-Modena (gara 3 martedì sera).

Galleria fotografica

Asystel Novara – Yamamay 4 di 21

LA PARTITA – Havelkova è in panchina per la Yamamay, mentre Novara recupera in extremis Horvath, vittima di un problema muscolare nell’allenamento del sabato. E a proposito di assenze, i tifosi novaresi salutano così le loro beniamine: “Comunque vada, siete la sfortuna più bella che ci sia capitata”. Notevole.
Il primo scambio chilometrico, chiuso da Barun, fa subito presagire battaglia. La Yamamay rompe l’equilibrio con il servizio di Havlickova (6-9) ma con due errori difensivi consente a Novara di rientrare; Meijners e Dall’Ora firmano però un altro break per il 10-13. Ancora Dall’Ora regala il 12-16 con un muro su Horvath, che si vendica riportando sotto Novara con una pipe e un ace: 16-17. Marcon e Lloyd tengono a distanza le padrone di casa (18-21), e un ace della palleggiatrice vale il 19-23; non bastano due muri consecutivi di Novara, chiude Meijners sul 19-25.

Busto parte benissimo anche nel secondo set: 3-6 con Meijners, poi 4-10 grazie a Marcon (e a tre errori avversari). Novara non ci sta e dal 7-13 mette a segno un parziale di 5-0 sul servizio di Barcellini, riportandosi a meno 1; Barun sbaglia per il 13-16, ma poi la rimonta si completa sul 16-16 con un ace della stessa croata e un errore di Marcon. Le biancorosse comunque non mollano di un centimetro, si fanno sentire a muro con Bauer (16-18) e approfittano di un errore di Barcellini per il 17-21. Ancora Bauer tiene avanti la Yamamay sul 20-23, Havlickova si procura tre set point dopo uno scambio duro e Dall’Ora chiude a muro su Barun. Semifinale a un passo.

L’Asystel continua a sbagliare troppo e con un altro errore, stavolta di Folie, concede il 4-7 nel terzo set; la Yamamay apprezza il dono, conserva il vantaggio con Marcon (7-10) e Dall’Ora (10-13) e al secondo time out tecnico è avanti 13-16 ancora grazie a un’ispirata Cisky. Novara resta lì finché può, poi viene punita dal servizio di Lotti che propizia un break di 0-5: 14-21 e la qualificazione si materializza. Barun sbaglia la battuta per il 17-24, il punto che manda Busto in paradiso è un errore della saronnese Frigo.

Asystel Novara-Yamamay Busto Arsizio 0-3 (21-25, 21-25, 18-25)
Novara: Frigo 3, Bechis ne, Barcellini 9, Veljkovic 9, Zardo, Sansonna (L), Camera 2, Barun 15, Folie 3, Horvath 10. All. Caprara.
Busto A.: Lloyd 4, Havlickova 7, Dall’Ora 8, Leonardi (L), Marcon 7, Bauer 10, Meijners 12, Lotti, Caracuta ne, Pisani ne, Bisconti. All. Parisi.
Arbitri: Bruno Frapiccini e Marco Cerquoni.
Note: Novara: battute vincenti 4, battute sbagliate 7, attacco 37%, ricezione 61%-26%, muri 7, errori 27. Busto: battute vincenti 2, battute sbagliate 3, attacco 40%, ricezione 78%-31%, muri 8, errori 9.

Quarti di finale
Novara-Busto Arsizio 0-3. Busto Arsizio in semifinale
Piacenza-Modena gara 3 mar 20/3 ore 20.30 a Piacenza (serie 1-1)
Villa Cortese-Pesaro gara 3 mar 20/3 ore 20.30 a Castellanza (serie 1-1)
Bergamo-Urbino 3-1 (25-15, 25-17, 26-28, 25-12). Bergamo in semifinale

Serie A1 femminileRisultati e tabellini di tutte le partite

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 19 Marzo 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Asystel Novara – Yamamay 4 di 21

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.