Il provveditore promuove gli studenti ma non i docenti

Il dirigente dell'Ufficio scolastico Merletti si dice solidale con i motivi della protesta studentesca ma richiama i docenti a esprimere il proprio dissenso nelle sedi opportune

 Studenti in sciopero, docenti in stato di agitazione. La scuola vive il suo autunno di passione. L’enfasi e la compattezza del malcontento, però, ricordano i moti dell’onda anti Gelmini.
Il proliferare delle manifestazioni e l’organizzazione, almeno cittadina, degli studenti ( sabato prossimo è annunciato un corteo studentesco a Gallarate mentre a Varese avverrà mercoledì) hanno in sè qualche elemento di novità: « Io ritengo che gli studenti abbiamo il diritto di manifestare e di esternare il proprio disagio – commenta il direttore dell’Ufficio scolastico Claudio Merletti Nutro empatia per questi giovani disorientati. In qualche modo sono loro a dover pagare anni di svuotamento di prospettive e di opportunità.  Per questo vanno compresi e noi, nell’adempimento dei nostri doveri e delle nostre funzioni, dobbiamo permettere i necessari cambiamenti nel rispetto delle regole e con la consapevolezza del contesto in cui operiamo. L’auspicio è che la legge di stabilità annulli i motivi del contendere, anche se le ragioni di austerità devono essere la precondizioni per la costruzione di un futuro meno evanescente».

Meno accondiscendente è la posizione del dottor Merletti in merito a ciò che sta accadendo nei diversi collegi docenti: « Le forme di protesta del disagio e del malcontento contrattuale si sono confuse con le competenze degli ordini collegiali. Se si saltano i piani, da istituzionale si va su quello sindacale,  si delegittimano potenzialmente i dirigenti che, quindi, hanno tutto il potere di impugnare le delibere se viziate da legittimità. Mi auguro, comunque, che ogni questione possa essere ricompresa nel dialogo. Il collegio docenti può solo prendere atto del documento approvato nelle sedi sindacali. Chiaramente io auspico maggior ragionevolezza per la tutela del bene comune»

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.