Dakar: Botturi ha un dito rotto ma resiste al quinto posto

L'italiano dell'Husqvarna è il primo pilota non della Ktm in classifica: il podio dista solo 11'. E Barreda vince una tappa per la quarta volta

È ancora Husquvarna l’unica alternativa rimasta alle favorite Ktm per la vittoria finale della Dakar. Le ultime due tappe hanno visto le moto varesine del team tedesco Speedbrain protagoniste con i propri piloti: Joan Barreda ha vinto la decima tappa (quarto successo parziale per lo spagnolo), Paulo Goncalves ha concluso al secondo posto l’undicesima frazione, alle spalle dell’americano Caselli. Ma l’attesa maggiore continua a essere su Alessandro Botturi: il bresciano (nonostante il dolore per il mignolo sinistro fratturato…) è infatti ancora quinto in classifica ma ha ridotto il margine di distacco dal podio. Dopo il leader Despres, tornato a far la voce grossa rispettando il suo ruolo di grande favorito, seguono altre quattro Ktm: Faria (a 13’16"), Lopez (a 18’08") e Jakes (a 23’33") mentre "il Bottu" paga dal francese 29’32". Insomma, un divario che – con i tempi della Dakar – è comunque ancora recuperabile soprattutto rispetto ai due gradini più bassi del podio. Il raid intanto ha concluso il suo tratto argentino con una frazione "depotenziata" dalle forti piogge che hanno reso meno insidioso il terreno sabbioso affrontato; neutralizzati i risultati per camion e auto.
La 12a frazione dunque porterà la carovana in Cile con arrivo a Copiapò; sul percorso torna a spiccare il fondo sabbioso ma nella prima parte in altura c’è ancora parecchia roccia da affrontare. Un tracciato davvero misto sia per il manto stradale sia per le zone attraversate, sia per le temperature: qualcuno potrebbe fare il colpaccio, altri saltare definitivamente.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.