Due operai travolti e feriti nel cantiere Alptransit

Un incidente che ricorda da vicino la tragedia capitata all’operaio morto sul lavoro nel cantiere di Pedemontana. I due lavoratori italiani hanno riportato ferite serie

Due operai colpiti da alcuni materiali crollati dal soffitto della galleria dell’Alptransit. Un incidente che ricorda da vicino la tragedia capitata all’operaio morto sul lavoro nel cantiere di Pedemontana lunedì 21 gennaio.
Questa volta è accaduto in Svizzera dove si svolgono i lavori dell’Alptransit a Sigirino. Poco dopo le 17 di martedì 22 gennaio due operai, un 34enne e un 29enne entrambi italiani, stavano eseguendo dei lavori di rinforzo delle pareti della galleria quando, per cause che l’inchiesta di polizia dovrà stabilire, una parte della soffitto (0.2 metri cubi di materiale) è crollato investendo i due operai.
Sul posto sono intervenuti i pompieri di Lugano con 5 veicoli e 9 uomini e i soccorritori della Croce Verde di Lugano che, dopo aver prestato le prime cure ai due feriti li hanno trasportati in ambulanza all’ospedale. Entrambi gli uomini hanno riportato serie ferite. Sul posto ai è recata anche la Polizia scientifica e la Polizia giudiziaria per i rilievi del caso.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.