Guardie ecologiche volontarie, un bilancio roseo

Venti operatori impiegati, 558 verbali, 54.779 euro di sanzioni erogate, 16 scuole e 995 alunni coinvolti nel loro progetto di educazione ambientale, 13mila ore di lavoro gratuite per la collettività. Ecco i numeri delle Gev

Venti operatori impiegati, 558 verbali, 54.779 euro di sanzioni erogate, 16 scuole e 995 alunni coinvolti nel loro progetto di educazione ambientale, 13mila ore di lavoro prestate gratuitamente alla collettività.

Sono questi i principali numeri dell’attività svolta nel 2012 dalle Guardie ecologiche volontarie del Comune di Varese: ad illustrare i dati questa mattina l’assessore Stefano Clerici, il coordinatore Gev Fausto Gambaro, la responsabile del nucleo Silvia Laudisio, e le Gev Giovanni Casarotto e Giovanni Messina.

«Il lavoro delle Gev è prezioso per un duplice motivo – ha spiegato Clerici – La gente può vedere le Guardie sotto l’occhio unico delle sanzioni, ed invece svolgono un importante servizio di sensibilizzazione ed educazione nelle scuole. I risultati si vedranno successivamente: i bambini saranno i cittadini del domani, ma a loro volta possono passare messaggi importanti di senso civico e rispetto ambientale ai loro genitori, grazie appunto agli incontri nelle scuole cittadine. Importante anche il progetto FOGLIA, realizzato alla scuola Giovanni Bosco».

«C’è poi tutta l’attività di vigilanza – continua Clerici – Il controllo delle pratiche edilizie e dei tagli di alberi e potature, le compensazioni ambientali. Solo per le pratiche edilizie stati fatti 200 controlli e sanzioni pari a 15290 euro. C’è poi il controllo dell’ amianto, del reticolo idrico minore per eventuali inquinamenti, la vigilanza del territorio a partire dai parchi cittadini, anche nelle ore serali come ai Giardini Estensi e al Parco Zanzi, ed anche dell’arredo urbano. Altro tasto dolente l’abbandono di rifiuti, con sanzioni delle Gev ed anche segnalazioni alla Procura della Repubblica, ed i controlli sulla raccolta differenziata d’intesa con Aspem. Le Gev hanno poi collaborato con la loro presenza a molti eventi, dagli Europei di canottaggio alla Giornata della famiglia. Sono anche soddisfatto della collaborazione con Questura e Polizia Locale: spesso sono le forze dell’ordine a richiederla, segno che è di valore e di alta professionalità. Per questo vorrei ringraziare le Gev per le oltre 13 mila ore di lavoro prestate gratuitamente per la nostra città».

Una frase che ha definitivamente spazzato via i primi dissapori tra il nuovo assessore e le storiche guardie, al lavoro per la protezione del territorio cittadino: «Il rapporto è partito con piccolo attrito, ma il tempo e la conoscenza specifica l’ha definitivamente appianato» ha confermato il responsabile Gev Fausto Gambaro, che ora è al lavoro con i suoi 20 colleghi per monitorare il territorio. «In particolare al lavoro ora ci sono i 4 colleghi per il montoraggio delle acque: hanno completato le indagini e si apprestano a consegnare il rapporto alla regione Lombardia».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.