Il PD chiede chiarezza sulla Fondazione Comi

Il futuro della Fondazione che gestisce la casa di riposo preoccupa il segretario del circolo che chiede notizie certe a nome della collettività

«Il tempo è scaduto. Pretendiamo, come abbiamo sempre chiesto, che venga pubblicamente fatta chiarezza sulla reale situazione della Fond. Mons. COMI».

Il segretario del Circolo del PD di Luino Stefano Bragnuolo vuole risposte certe sul futuro della Fondazione e dei suoi dipendenti: «davanti alle nostre esplicite richieste di disporre di elementi contabili, il sindaco Pellicini ci ha invitati a rivolgerci al commissario straordinario rag. Pesenti, ma non abbiamo avuto alcun riscontro positivo. Chiediamo che  se qualcuno ha avuto delle dirette colpe sulla gestione economico-finanziaria dell’Ente se ne assuma le responsabilità, anche personalmente, e ne  paghi le conseguenze. Noi Partito Democratico Luinese, ma l’intera comunità territoriale, abbiamo a questo punto il diritto di sapere e conoscere qual è la situazione e quali sono le conseguenze che ne potrebbero derivare. Chiediamo che venga aperto un tavolo pubblico nel quale tutte le forze politiche, sindacali, istituzionali si incontrino e ne discutano apertamente» 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.