Marco e Susy, due giovani vite spezzate

Marco Furigo e Suzanne Marusic, 27 e 23 anni, sono morti nell'incidente all'alba di questo tragico 1 gennaio 2013. Il ricordo di un amico di entrambi racconta il dolore di un'intera comunità

Due giovani vite spezzate sono il modo peggiore per cominciare l’anno nuovo. Il 2013 si è aperto con la tragedia sulla sp45, a Cuvio: la macchina guidata da Marco Furigo, 27 anni di Cavona, si è schiantata nella notte, uccidendo il ragazzo e Suzanne Marusic, 23 anni di Cunardo. I due stavano tornando dalla festa di Capodanno di Orino, dove erano andati con tutta la compagnia: lui stava accompagnando a casa la giovane amica. Si sono conosciuti frequentando la squadra di calcio di Rancio, lui in campo, lei sugli spalti a fare il tifo. Da lì è nata una bella e solida amicizia, spazzata via dal destino all’alba del primo giorno del nuovo anno. 

Suzanne, origini serbe, era per tutti Susy, una ragazza solare, allegra, gentile e disponibile. Lavorava come barista e cameriera al centro sportivo di Cuvio col papà Radomir, pizzaiolo, e faceva la volontaria nella biblioteca del paese dove viveva con i genitori e una sorella più piccola. Amante dei libri, le piaceva il calcio e si era messa a seguire la squadra del Rancio “trascinata” dalla sorella, fidanzata con uno dei calciatori: aveva legato subito col gruppo, tanto da entrarne a far parte di diritto.

Marco era appassionato di pallone (giocava e stravedeva per i colori del Varese 1910) e motori. Laureato in ingegneria civile, aveva cominciato a lavorare appena finito gli studi la scorsa estate, pur andando avanti ad aggiornarsi. Ragazzo sempre disponibile e generoso, era benvoluto da tutti. Lo ricorda commosso l’amico d’infanzia e suo attuale allenatore a Rancio Martino Sonvico: «Siamo cresciuti insieme sui campi di Cittiglio, lui a difendere, io a cercare di fare gol – racconta -. In squadra gli volevano tutti bene, era sempre pronto a stare in gruppo anche quando non poteva giocare. Amava molto i motori oltre al calcio. Siamo tutti senza parole». Per ricordare Marco e Susy i ragazzi del Rancio Calcio si sono dati appuntamento alle 18 di questo 1 gennaio che nessuno potrà dimenticare.

Apriamo i commenti per lasciare un messaggio in ricordo dei due giovani. Gli interventi non pertinenti verranno cestinati.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.