“Subito una legge regionale sul gioco d’azzardo”

La propone Carlo Borghetti, consigliere regionale del Partito Democratico della Lombardia

 Carlo Borghetti, consigliere regionale del Partito Democratico della Lombardia, in occasione della presentazione del Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo, ritiene che sia una priorità per Regione Lombardia affrontare con fermezza quella che è ormai un’emergenza sociale.

"Ritengo importante l’iniziativa di molti Sindaci lombardi che hanno deciso di fare rete per contrastare l’illegalità -ha dichiarato Borghetti nel suo intervento- Regione Lombardia deve cogliere l’invito e varare al più presto una legge regionale per prevenire i rischi derivati dal gioco d’azzardo, che sempre più spesso si trasforma in patologia, mettendo in crisi persone e intere famiglie".

Borghetti è firmatario di una proposta di legge regionale sul gioco d’azzardo patologico (GAP) già depositata in Consiglio Regionale. "La proposta di legge prevede l’istituzione di unità operative in ogni ASL dedicate alla prevenzione e alla cura delle ludopatie -ha aggiunto Borghetti- per fare rete con tutte le istituzioni e il terzo settore, aumentando l’efficacia degli interventi, anche in chiave preventiva".

Alla presentazione del Manifesto, organizzato a Milano da Legautonomie Lombardia, hanno partecipato, tra gli altri, il Presidente Eugenio Comincini -Sindaco di Cernusco sul Naviglio- il Segretario di Legautonomie Angela Fioroni, il Segretario Generale di ANCI Lombardia Pippo Superti, il parlamentare PD Vinicio Peluffo, e molti dei Sindaci che hanno aderito all’iniziativa.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.