“Tra sogno e realtà”, al via la stagione del Teatro Periferico

Avrà inizio sabato 19 gennaio, alle 21, con lo spettacolo "Il Sognatore" la stagione teatrale 2013

Al via la nuova stagione del Teatro comunale di Cassano Valcuvia sotto la direzione artistica della compagnia Teatro Periferico. Una stagione che negli scorsi anni ha registrato un buon successo e che torna presentato spettacoli di qualità e con una rassegna dal titolo “Tra sogno e realtà”. Non sarà un caso infatti che la stagione parte sabato 19 gennaio, alle 21 con uno spettacolo dal titolo “Il Sognatore”.

Ecco tutto il programma:

19 Gennaio, h21.00
Nonsolostorie (Milano)
IL SOGNATORE

Di Roberto Anglisani e Maria Maglietta (da: “L’inventore di sogni” di Ian McEwan)
Regia di Maria Maglietta
Con Roberto Anglisani
Spettacolo di narrazione – per ragazzi dagli 8 ai 14 anni

Milo fa parte di quella schiera di persone che vengono chiamate sognatori ad occhi aperti. Non può fare a meno delle sue fantasie, esse vengono da sole, lo prendono e se lo portano via. Milo è curioso della vita, e in questo sognare ad occhi aperti entra in altre vite, si trasforma, diventa piccolo, grande, coraggioso, diventa gatto, fa l’esperienza dell’altro da sé, per poi tornare nel suo corpo più ricco e spesso con una accresciuta capacità di affrontare le difficoltà quotidiane. Roberto Anglisani ha vinto ripetutamente il Premio nazionale Stregagatto (1986, 1991, 1993, 2002). Con “Il sognatore” ha vinto, oltre allo Stregagatto, anche il Premio Giuria dei ragazzi al Festival nazionale di Campi Bisenzio (2002).

26 Gennaio, h21.00 
Giovanni Ardemagni (Varese)
MY NAME IS GIO’

Di e con Giovanni Ardemagni
Spettacolo di narrazione

Figlio degli anni ’60, Gio è un calzolaio napoletano che ama il suo lavoro, tira la cinghia e ogni giorno combatte la sua guerra quotidiana per campare. E racconta del suo Maestro Mast’Antonio che la guerra l’ha fatta davvero, prima in caserma e poi sulle strade di montagna. Spettacolo che passa dalla guerra di liberazione alla precarietà del lavoro. Giovanni Ardemagni è artista cresciuto alla scuola di Quelli di Grock, ma vive e lavora nella provincia di Varese. Lo spettacolo è stato premiato al premio Dario Fo di Porto Valtravaglia (2007).

2 Febbraio, h21.00, Manicomics Teatro (Piacenza)
PIGIAMA HOTEL
Di Mauro Mozzani, Paolo Pisi e Rolando Tarquini

Con Mauro Caminati, Paolo Pisi e Mauro Mozzani
Spettacolo comico-grottesco
VIDEO:
http://www.youtube.com/watch?v=LA_Ue1YO5Gc&feature=g-
upl&context=G2aa5bb0AUAAAAAAADAA

Tre grotteschi personaggi si incontrano loro malgrado nella dissestata macchina ospedaliera
di Pigiama Hotel, collocata al di fuori del tempo, tra fantasia e realtà. Quello che accade a
questi "pazienti", moderni clown, è quello che potrebbe accadere e purtroppo talvolta accade,
ahimè, nelle corsie di molti ospedali. Uno spettacolo per parlare a tutti quelli che sono stati in
ospedale, a tutti quelli che sono stati malati, a chi ha accompagnato qualcuno in ospedale. Uno
spettacolo per far sorridere, per parlare a tutti o per starsene insieme in silenzio. 2° premio al Concorso nazionale sulla comicità La zanzara d’oro (1992); Spettacolo d’onore al festival internazionale di Almada, Portogallo (1995); Premio Fersen per la drammaturgia contemporanea (2003)

16 Febbraio, h21.00
Principio Attivo Teatro (Lecce)
LA BICICLETTA ROSSA

Di Valentina Diana
Regia di Giuseppe Semeraro
Con Giuseppe Semeraro, Silvia Lodi, Otto Marco Mercante, Dario Cadei, Cristina Mileti

Favola rivoluzionaria – per famiglie
VIDEO : http://www.youtube.com/watch?v=f_XyrhWuIAw
Una casa modesta che funge anche da laboratorio dove un’unica famiglia è impegnata nel
confezionare le sorprese contenute nei famosi ovetti di cioccolato appartenenti alla ditta
del Signor Bankomat, padrone e signore della città. Tutto sempre uguale e ripetitivo finché
una bicicletta rossa, una piccola bicicletta rossa non verrà a rompere la monotonia di una
situazione di schiavitù…
Compagnia finalista al Premio Scenario Infanzia (2008) e vincitrice del Premio Eolo Awards
(2010)

23 Febbraio, 21.00
Araucaìma Teater (Bergamo)
FÖCH

Di Alberto Salvi
Regia di Alberto Salvi
Con Pietro Bailo, Elena Borsato, Miriam Gotti, Marco Robecchi, Alberto Salvi. Arrangiamento canti a cura di Miriam Gotti. Spettacolo popolare di ricerca
VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=0xljL3ZHA8E&feature=related

Nei primi anni del ’900 la famiglia contadina era unità allargata, estesa, intreccio di relazioni, amori, intrighi, faide e vendette. Luogo d’importanza fondamentale, che assume significato sacro, era la stalla, dove, durante le lunghe sere d’inverno, si svolgeva la veglia. Attraverso il recupero della lingua parlata, il dialetto, con storie, leggende e canzoni popolari tradizionali, si vuole raggiungere la rappresentazione di un affresco storico popolare dell’Italia del secolo scorso. 
Premio della giuria “I teatri del sacro” (2009)

2 Marzo, h21.00
Teatro Periferico (Varese)
SOUL FOOD

Regia di Paola Manfredi
Con Dario Villa e Giorgio Branca
Dialogo filosofico-esistenziale

In un’atmosfera da tunnel metropolitano, un incontro tra due uomini, due anime affamate: un’anima oscura e un’anima candida. Ma non è uno scontro tra il bene e il male, piuttosto tra due modi di intendere la vita. Due sedie e due attori, separati da una diversa visione del mondo. Un dibattito esistenziale in cui si mescolano Dostoevskij e Shakespeare. 

9 Marzo, h21.00
Residenza Teatrale Qui e Ora (Bergamo)

con il contributo di Être/Cariplo,
 in collaborazione con Campo Teatrale, Teatro Inverso
Residenza Idra, ZonaK

MADRI. Concerto di sbagli e di intimità
Di e con Francesca Albanese, Silvia Baldini, Swewa Schneider, Laura Valli
Con lo sguardo di Elena Bucci
Spettacolo con canti e video-testimonianze. In occasione della Giornata della Donna
"Nella terra dove sono nata si dice: a fare i genitori come si fa si sbaglia” (Elena Bucci). Uno
spettacolo teatrale per tutte le mamme e per tutti gli adulti che sono a loro volta figli o figlie.
Lo sbaglio amoroso, la contraddizione, lo scivolamento delle intenzioni nel magma caldo della
quotidianità sono il tessuto dell’esperienza dei genitori e dei figli e il cuore da cui parte questo
lavoro. Un canto dolce e arrabbiato sull’essere madre e sull’essere figlio.
Qui e Ora è un progetto di residenza teatrale che nasce dall’ascolto di ciò che accade nel corpo
sociale per trasformarlo in racconto, in atti poetici e artistici.

23 Marzo, h21.00
Bettini-Colombo-Molnàr (Emilia Romagna)
Una produzione di Solares – Fondazione delle Arti e La Terra Galleggiante
CORAZÓN CORAZÓN
Di Bettini, KaSoKa, Molnàr
Regia di Giulio Molnàr
Con Francesca Bettini, Paolo Colombo, Giulio Molnàr
Spettacolo di figura

Lo spettacolo si ispira a una storia vera. Una vecchia attrice romana, la Signora Morlupi, il
nome è di fantasia, costruisce un teatro con le proprie mani e ne fa la sua casa. Gli spettacoli
della Signora brillano per audacia e sperimentazione, ma non incontrano i favori del pubblico
che un po’ alla volta diserta la sala. Sostenuta dalla tenace passione che la anima, la Signora
Morlupi va in scena lo stesso, ogni sera, davanti alla platea vuota…
Il progetto Corazón Corazón nasce dal desiderio di rimettere in scena uno spettacolo che
Giulio Molnàr, artista italo-ungherese, ha diretto nel 2002 per la compagnia berlinese Kasoka.

5 Aprile, h21.00
DISCORSI SUL TEATRO

Lezioni di approfondimento sulla storia dello spettacolo dal vivo del XX secolo, a cura di Paola
Manfredi, con dimostrazioni degli attori di Teatro Periferico.

6 Aprile, h21.00
Teatro Periferico (Varese)
GIULIETTA

Dal racconto di Federico Fellini
Regia di Paola Manfredi
Con Elisa Canfora
Spettacolo di prosa
VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=sqApMnN-Rt0

Giulietta, tradita dal marito, è sperduta in un vortice che non riesce più a controllare.
Ingessata nella sua candida camicia da notte, si spalma uova e cetrioli sulla faccia, lava
i pavimenti fino allo sfinimento, aspettando un dio che non arriva mai. Gli spiriti, amici
invisibili a cui si affida sin dall’infanzia, più che aiutarla la confondono. Prigioniera della sua
gabbia dorata, Giulietta alterna uno sconsolato vittimismo ad una vena ironica e moderna.

12 Aprile, h21.00
DISCORSI SUL TEATRO

Lezioni di approfondimento sulla storia dello spettacolo dal vivo del XX secolo, a cura di Paola
Manfredi, con dimostrazioni degli attori di Teatro Periferico.

13 Aprile, h21.00
Teatro Periferico (Varese)
STRANI MA VERI

Di Loredana Troschel e Paola Manfredi
Drammaturgia e regia di Paola Manfredi
Con Valeria Borrelli, Elisa Canfora, Laura Montanari, Raffaella Natali, Loredana Troschel
Commedia tragicomica per cinque personaggi

Un orfanotrofio o forse no. Una suora e un’assistente sanitaria si prendono cura, si fa per
dire, di tre ospiti: Marialisa, autistica, microbo-maniaca, Elletì, eterno ragazzo con un’anima
bislacca da supereroe, Vanja, ragazzo-cane, ricivilizzato a forza di polpette. Metodi educativi
bizzarri, mamme assenti o troppo presenti, cattivi travestiti da buoni e favole nere che più
nere non si può, nell’asfissiante cinico trantran quotidiano di figure appartenenti a specie
strane, ma vere, rintracciabili, o forse no, in certi abissi inaccessibili dell’esistere.

19 Aprile, h21.00
DISCORSI SUL TEATRO

Lezioni di approfondimento sulla storia dello spettacolo dal vivo del XX secolo, a cura di Paola
Manfredi, con dimostrazioni degli attori di Teatro Periferico.

20 Aprile, h21.00
Teatro degli Acerbi e Faber Teater (Asti)

Spettacolo a supporto della candidatura a Patrimonio dell’Umanità dei paesaggi vitivinicoli di
Langhe-Roero e Monferrato
PAISAN. Ritratti di gente di collina
Testi e regia di Fabio Fassio, Giuseppe Morrone, Aldo Pasquero
Con Marco Andorno, Dario Cirelli, Fabio Fassio, Elena Romano
Teatro popolare

Tre attori e un fisarmonicista danno vita a una girandola di personaggi e situazioni che si
muovono intorno alle bancarelle del mercato. Questo luogo, magico e variopinto, diventa il
pretesto per parlare di “paesanità”, della ricchezza di un paesaggio umano che va tutelato. Il
dialetto si sposa con i testi più alti della letteratura italiana (Pavese, Silone, Dante Alighieri,
Verga) rendendo la cultura popolare piemontese esportabile, universale e curiosa per
qualsiasi tipo di pubblico.

27 Aprile, h21.00
Teatro Periferico/Scuola di Teatro (Varese)
LE FAVOLE DEI GRIMM

Regia di Paola Manfredi e Dario Villa
Con gli allievi (bambini e adulti) della Scuola di Teatro di Cassano Valcuvia
Saggio teatrale
"Io credo questo: le fiabe sono vere. Sono, prese tutte insieme, nella loro sempre ripetuta e
varia casistica di vicende umane, una spiegazione generale della vita, nata in tempi remoti e
serbata nel lento ruminio delle coscienze contadine fino a noi" (Italo Calvino).
Da Cappuccetto Rosso a Hänsel e Gretel, da Biancaneve a Pollicino, un mondo d’incanto e di
crudezza, metafora della vita.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.