Un comitato e una raccolta firme per salvare il “vecchio forno”

Il gruppo di cittadini «ritiene un grave errore cedere ad un privato, oltre ad un piano interrato di parcheggi, anche il piano terra della struttura ex Avir»

"Salviamo il Vecchio Forno". Così si è battezzato il comitato costituito, lo scorso 23 luglio, da un gruppo di cittadini e cittadine sestesi che «hanno deciso di impegnarsi per tutelare e valorizzare la proprietà pubblica all’interno dell’area Ex-Avir, ovvero il piano terra del Vecchio Forno».
Il Comitato avviato una raccolta firme perché «ritiene un grave errore cedere ad un privato, oltre ad un piano interrato di parcheggi, anche il piano terra del Vecchio Forno, il che creerebbe una vasta area, vicino al cuore di Sesto Calende, con destinazione unicamente commerciale. Inoltre si perderebbe un grande spazio pubblico, in cui potrebbero trovare ospitalità una sala riunioni e/o conferenze, iniziative pubbliche, le associazioni al momento senza ubicazione stabile, solo per citare alcune possibilità. Una città come Sesto Calende non può comprimere i propri spazi pubblici tra il Ticino, la Statale del Sempione ed il Palazzo Comunale».
Per questi motivi il Comitato «ritiene inopportuno che la vendita del Vecchio forno sia posta come condizione indispensabile per la riqualificazione della Marna e della sede del Circolo Sestese Canoa Kayak, che pure necessitano di interventi strutturali, ritenendo che mantenere la proprietà pubblica del Vecchio Forno offra una grande possibilità per il presente ed il futuro di Sesto Calende». (Per informazioni e adesioni: comitatosalviamovecchioforno@gmail.com)

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Settembre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.