E’ morto Marco Zamperini

Il "Funky professor" è stato uno dei padri di Internet in Italia. E' morto nella notte del 14 ottobre 2013

Si faceva  chiamare "Funky Professor" (era questo il suo nome in twitter) e teneva moltissimo a mantenere, a dispetto dell’età e dell’acquisita autorevolezza, quell’aria da "cazzaro" che si portava dietro fin dai suoi studi di Statistica al politecnico di Milano. 

Marco Zamperini è morto nella notte del 14 ottobre 2013 e se internet in Italia ha cominciato finalmente a diffondersi "è un po’ colpa sua". Aveva infatti contribuito materialmente a portare la novità di Internet in Italia, prima come responsabile dell’Innovazione in Etnoteam e poi come vicepresidente di Value Team. Attualmente, era chief innovation officer nella grande multinazionale NTT Data.
Ha tenuto numerosissime lezioni in altrettante università Italiane, 
aveva partecipato recentemente ai Venti dell’innovazione organizzati dalla Camera di Commercio dove parlò dell’importanza dei social network nella nuova economia.

"Sono un "Technology evangelist" e non smetto mai di raccontare al mondo perché le aziende e le persone devono credere nella forza della Rete. Dopo un passato da surfer mi sono dedicato alle ICT, lavorando spalla a spalla con I.NET, il primo internet service provider italiano. Oggi sono Chief Innovation Officer presso NTT DATA ITALIA. Se Internet ha preso piede in Italia è anche un po’ colpa mia". 


Queste le parole che ha scritto nel suo profilo autore per il progetto "CheFuturo" nato da una idea sua e di Riccardo Luna a cui contribuiva con costanza, per rendere pubblica la vivacità innovativa dell’Italia (qui i suoi articoli). 

Aveva 50 anni (era nato il 2 agosto 1963), una moglie, Paola, e due figlie, Rebecca e Blanca, ed era un mito nella comunità tecnologica. 
I ricordi e le condoglianze, come è giusto per una persona che ha tanto contribuito allo sviluppo della Rete, sono fioccate da subito innanzitutto sul suo profilo Facebook e su twitter.
Nella giornata, gli amici hanno anche aperto una pagina Facebook, "Ciao Marco" che raccoglie gli articoli scritti in questa occasione e i ricordi di chi vuole condividere, mentre è stata aperta una voce di Wikipedia per lui
I funerali si terranno martedì 15 ottobre, alle 14.45, nella Chiesa di santa Francesca Romana a Milano.
_____________________

Il ricordo di Riccardo Luna, primo direttore di Wired Italia e direttore di CheFuturo, progetto on line che racconta l’innovazione in Italia, di cui Zamperini era il principale contributore

Il ricordo di Luca de Biase, Giornalista e scrittore da sempre esperto della Rete e a lungo caporedattre di Nova 24 – il sole 24 Ore

Il ricordo di Gianluca Neri, "Macchianera", giornalista, storico frequentatore della rete e idatore della Blogfest e dei Macchianera Blog Awards

Il ricordo di Massimo Mantellini, storico blogger (il suo manteblog è del 2002) e giornalista per Punto Informatico

La sua"autobiografia" in rete, redatta 6 anni fa:

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.