“È stata la partita più bella della serie B”

i due mister, Sottili e Boscaglia, sono molto soddisfatti nonostante il pareggio e concordano sul fatto che: «Queste partite avvicinano i ragazzi al calcio»

Mai pareggio fu più bugiardo, poteva finire con molti gol ed è finita 0-0. «È vero – dice Stefano Sottili, allenatore del Varese – è mancato solo il gol ma queste partite possono avvicinare qualche ragazzino in più al calcio ».
«Una partita giocata su ritmi elevatissimi – prosegue il mister del Varese – da entrambe le squadre, la risposta dei miei uomini è stata totale. Qualche ingenuità l’abbiamo commessa anche oggi, perché non tutte le azioni da gol del Trapani sono state merito dei loro attaccanti, ma Bressan ci ha messo più di una pezza».
Il Varese non ha sofferto sulla fascia sinistra, mentre a destra ha faticato molto po’ di più. «Fiamozzi deve crescere nella fase difensiva – spiega Sottili – mentre Lazaar ha fatto cose pregevoli e anche qualche errore. Ma ci sta. Penso, invece, che un plauso debba andare a Calil che anche oggi ha fatto grandi cose, non solo in quello che sappiamo essere bravo, ma anche in fase difensiva, perché ha limitato molto un giocatore come Garufo che fino a oggi aveva fatto bene. Concediamo molto meno rispetto alle prime partite, direi che la crescita di questa squadra dipende da quanto i giovani saranno in grado di migliorare».
Sulla mancanza di gol Sottili ammette: «Oggi ero anche convinto di segnare su palla inattiva, perché loro senza Djuric ci davano un vantaggio in centimetri, però c’era Nordi e da lì non passava nemmeno una mosca. Siamo stati pericolosi, peccato perché ci è mancato l’ultimo pezzettino».

Roberto Boscaglia, mister del Trapani, entra in sala stampa con l’ex Christian Terlizzi. «Credo che sia stata una delle più belle partite della serie B quest’anno – dice l’allenatore -. Il risultato è giusto nel punteggio ma è un sacrilegio non vedere gol. Conoscendoci così bene, nessuna delle due squadre ha rinunciato a giocare un bel calcio, ci sono stati due portieri bravissimi e anche due difese molto capaci. I punti si fanno con il gioco e noi cerchiamo sempre di fare il nostro calcio perché siamo il frutto del nostro passato e il passato deve servire anche quando è negativo. La partita con il Siena, in questo senso, ci ha insegnato molto».

L’ex Christian Terlizzi
è stato accolto bene dal pubblico varesino. «Fisicamente sto bene, mi servono almeno tre o quattro partite per recuperare la forma».
«Non ti allargare» replica scherzando mister Boscaglia. 
«Pavoletti è fortissimo – continua l’ex difensore biancorosso – ma sono convinto che molte fortune degli attaccanti del Varese dipendano dalla qualità di Neto che è un giocatore al di sopra della media per la serie B. Ah, vorrei ringraziare il pubblico del Franco Ossola per l’accoglienza».
Walter Bressan, come il suo collega Nordi, è stato tra i protagonisti con almeno cinque interventi decisivi. «Sono contento della prestazione – dice il portiere del Varese-. La parata più difficile è stata quella sulla mezza girata di Pacilli nel primo tempo. Penso che gli spettatori si siano sicuramente divertiti nel vedere due squadre che hanno cercato fino all’ultimo di vincere. Due belle squadre».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 13 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.