Motorizzazione, il pm chiede pene tra i 3 e 5 anni

Udienza fiume per 88 imputati, 28 hanno chiesto il patteggiamento

Il processo per le false revisioni alla motorizzazione civile di Varese è giunto alle richieste di pena della pubblica accusa, rappresentata dal pm Massimo politi. Le richieste della procura sono comprese tra i cinque e i tre anni per gli ingegneri infedeli e giostrai considerati in fase di indagine alla stregua di corruttori. Quetsi ultimi portavano i loro mezzi a Varese e Tradate per i testdove tuttavia si chiudeva un occhio in cambio di denaro.  
L’udienza fiume è andata avanti fino al tardo pomeriggio. Il maxi processo vede 88 persone davanti al giudice per l’udienza preliminare, Giuseppe Battarino. In 28 hanno chiesto di patteggiare.  

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.