“Telos, il sindaco non è in grado di governare la Città”

L'europarlamentare Lara Comi, anche coordinatore provinciale del Popolo delle libertà, torna sulla questione dell'occupazione abusiva dell'ex macello, avvenuta un anno fa e ancora in corso

«Sul caso Telos, alla vigilia di un anno di occupazione, il tempo è scaduto». Parole dell’europarlamentare Lara Comi, anche coordinatore provinciale del Popolo delle libertà, che torna sulla questione dell’occupazione abusiva dell’ex macello, in via Monza, avvenuta un anno fa circa dai giovani del Comitato autorganizzato Saronnesi senza casa. Già in passato la comi aveva chiesto al Sindaco Luciano Porro di intervenire duramente, ora torna a presentare quelle richieste con un duro giudizio: «È ormai chiaro che Porro blocca lo sgombero in quanto non vuole iniziare un braccio di ferro con gli occupanti visto che lamenta di non avere risorse per la messa in sicurezza dello stabile – spiega la Comi -. Un segno di impotenza e di inerzia che lascia sbigottiti. Se non è in grado di governare Saronno e di fare rispettare la legge, è meglio che Porro faccia un passo indietro e lasci l’incarico».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 25 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.