Il Parco del Ticino compie 40 anni

Il parco che tutela le sponde e il versante lombardo della valle è nato il 9 gennaio del 1974, come ente che difende un'area naturale formata nei millenni dal "fiume azzurro"

Il Parco del Ticino compie 40 anni: il 9 gennaio 2014 ricorre il 40esimo anniversario dalla costituzione del Parco Lombardo della Valle del Ticino, che comprende le sponde e la valle del "fiume azzurro" sul versante lombardo, dalla zona intorno a Sesto Calende fino alle pianure del pavese, dove le acque del fiume nato in Svizzera si gettano in quelle del Po (nella foto, il fiume in piena a Somma Lombardo).

Il Parco Lombardo della Valle del Ticino è – come ente che protegge un patrimonio naturale formatosi nei millenni – il più antico tra i parchi regionali italiani e la sua nascita ha anticipato di 4 anni la riserva sulla sponda piemontese, che ha sede a Cameri. Un’enorme corridoio che segue il confine occidentale della Lombardia, diviso in due parti, i 22.249 ettari di Parco Naturale (dove la tutela è più stringente) e i 69.161 ettari a Parco Regionale. In provincia di Varese comprende tredici Comuni, da quelli meno popolosi come Vizzola Ticino affacciata sulle rive del fiume alle città come Sesto Calende, Somma Lombardo e Gallarate. E dentro alla provincia di Varese stanno anche alcune delle zone più preziose del "fiume azzurro", come il "canalgrande" tra Sesto Calende-Golasecca e Somma Lombardo (dove la valle è stretta, dalle sponde ripide e boscose) e la zona del Gaggio tra Lonate Pozzolo e Tornavento, considerata uno degli ultimi lembi di brughiera rimasti, riconosciuto come Sito d’Interesse Comunitario patrimonio dell’Europa intera. Proprio in questa zona – che è minacciata anche dai progetti di espansione dell’aeroporto di Malpensa – si trova anche il Centro Parco della Dogana Austroungarica, uno dei centri più importanti dell’ente Parco.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore