Indagine sull’urbanistica, anche Lista Libera chiede chiarimenti a Rivolta

La lista guidata da Giancarlo Simontacchi presenta una interrogazione sulla vicenda della pratica edilizia finita in Comune, ma anche una su una riunione avvenuta in Comune lo scorso 10 luglio

Sulla indagine che coinvolge l’ufficio urbanistica del Comune continua il pressing delle opposizioni sul sindaco Danilo Rivolta: accanto ai Democratici Uniti, anche i consiglieri di Lista Libera di Lonate (Giancarlo Simontacchi e Francesca Palazzo) hanno presentato interrogazioni per chiedere al primo cittadino di rispondere sull’indagine, ma anche su altri elementi che riguardano il delicato settore dell’edilizia. «Lo scopo della prima interrogazione è quello di fare chiarezza, quanto meno sulla modalità di conduzione politica dei fatti accaduti e oggetto della incresciosa vicenda giudiziaria penale che ha colpito un dirigente dell’Amministrazione Comunale» spiegano Simontacchi e Palazzo. Come nel caso dei DU, anche Lista Libera chiede chiarimenti sulla rimozione della dirigente all’urbanistica a inizio luglio, ma punta l’attenzione anche sul parere espresso sulla pratica edilizia al centro dell’indagine e sulle modalità con cui l’amministrazione Gelosa (leggi: l’allora assessore Rivolta) si confrontò con la questione a febbraio 2014.
Come detto, però, Lista Libera torna alla carica anche su un’altra vicenda: «La seconda interrogazione concerne la volontà dei consiglieri di Lista Libera di conoscere le ragioni della presenza di soggetti estranei all’amministrazione e vicini alla persona del Sindaco presso gli uffici comunali in occasione di una riunione non meglio specificata avvenuta il 10 Luglio alla presenza anche di alcuni funzionari comunali». Il riferimento sarebbe ad una riunione cui ha partecipato anche il fratello del sindaco Rivolta, Fulvio, professionista della zona attivo nel settore edile: «I consiglieri di Lista Libera hanno promosso le interrogazioni certamente non con l’obiettivo di colpire personalmente alcuno, ma con la volontà di perseguire l’ideale che ha fondato la proposta politica sottesa alla propria Lista e cioè la trasparenza nell’azione politica ed amministrativa e la pubblicità, nel rispetto della legge, di ogni atto che concerna la gestione della res communis».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 luglio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore