Il Canton Ticino dice no all’Expo con fondi pubblici

Il 54,51% dei votanti ha accolto il referendum della Lega dei Ticinesi contro il credito di 3,5 milioni di franchi già approvato dal Gran Consiglio per partecipare all'esposizione universale

Il Canton Ticino ha detto no al credito di 3,5 milioni di franchi per l’Expo. Questo il risultato del referendum che si è svolto oggi nel cantone italiano, promosso dalla Lega dei Ticinesi.
Il 54,51 dei votanti si è espresso contro la partecipazione all’esposizione universale sostenuta con fondi pubblici. Per partecipare all’edizione milanese di Expo, nel maggio del 2015, il Ticino dovrà dunque far capo a 935 mila franchi che gli saranno messi a disposizione dall’economia privata e da altri 565 mila franchi che preleverà dal fondo Swisslos.
In ogni caso la Confederazione sarà presente anche con altri Cantoni. Il risultato del referendum, secondo gli osservatori elvetici, prende spunto dai contenziosi che dividono l’Italia dalla Svizzera, non ultimo il mancato accordo sui negoziati fiscali e la contesa sui frontalieri.


Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.