Il ragazzo sul cipresso è sceso

E' terminata la settimana di protesta di Michele Forzinetti, contro il taglio di 16 calocedri decisa dal consiglio comunale

Michele Forzinetti è sceso dal cipresso. Il giovane che da 7 giorni stava manifestando contro l’abbattimento di 16 calocedri, decisa dal comune di Varese, ha terminato l’occupazione dell’arbusto alle 12 e 30. Michele è stato accolto da un appaluso: ha saluto decine di persone presenti, e ha anche ringraziato gli agenti della Digos che in questi giorni hanno controllato con discrezione che non vi fossero problemi di ordine pubblico. Ora si procede alla conta delle firme che questa sera saranno portate in consiglio comunale. Al suo posto è salito un amico, Manuel, per continuare idealmente la staffetta fino a stasera. La guardie ecologiche volontarie gli hanno preannunciato (e non consegnato come avevamo scritto ieri) l’arrivo una sanzione di 50 euro perchè salendo sull’albero ha violato i regolamenti comunali (avrebbe commesso una manomissione del verde pubblico).  

PERCHE’ E’ SALITO SULL’ALBERO
La protesta dei cipressi è nata dopo che mercoledì 10 settembre, la commissione ambiente del consiglio comunale aveva votato a maggioranza a favore dell’intervento di abbattimento. Secondo un comitato spontaneo di citatdini tuttavia il taglio dei 16 cipressi sarebbe inutile e non prioritario, opinione sosteniuta anche dalla opposizioni come il Pd.

PERCHE’ IL COMUNE VUOLE TAGLIARLI
La giunta di centrodestra ha momentaneamente sospeso l’abbattimento, ma non si tratta di una decisione definitiva. Il taglio era stato deciso dall’assessore all’ambiente Stefano Clerici per recuperare l’originario giardino settecentesco, costruito per volere di Francesco III D’Este tra il 1766 e il 1771, che prevedeva solo alberi di basso fusto. Inoltre vi sono alcuni tassi che i cipressi starebbero danneggiando. La Soprintendenza ha dato il via libera.



di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore