Ancora pioggia su Genova

Resta alta la preoccupazione nel capoluogo ligure e il suo entroterra. Non è ancora rientrato l'allarme massimo e la popolazione sfollata è invitata a non rientrare nelle proprie abitazioni

Ha passato una notte relativamente tranquilla il capoluogo ligure toccato dal nubifragio degli scorsi giorni,  mentre precipitazioni intense hanno colpito tutta la provincia di Savona, l’alta Valle Stura, Valle Orba e l’entroterra genovese.

I danni riportati sono stati molti e i cittadini si preparano ad affrontare la pioggia annunciata per le prossime ore. Diverse le frane e l’esondazione di torrenti ad aver causato la chiusura di strade,  A7 tra Busalla e Vignole Borbera e Genova-Ovada, e allagamenti sui binari del tratto Acqui Terme- Genova a Campo ligure e a Rossiglione, dove 50 passeggeri sono rimasti bloccati.

Lo stato di allerta 2, quello massimo, permane fino alla mezzanotte di oggi per Genova e gli altri Comuni ed è stata disposta anche per questo lunedì la chiusura di scuole di ogni ordine e grado, con la richiesta ai cittadini residenti nelle zone più a rischio di non rientrare ancora nelle proprie case. Non sono, infatti, confortanti le previsioni meteo delle prossime ore che hanno annunciato alta probabilità di temporali forti e organizzati su tutto il territorio regionale. Maltempo, questo, che sarà accompagnato da venti meridionali con intensità moderata che non mancheranno di agitare il mare, soprattutto sotto costa.  ( foto del giornale on line Genova24.it)



Intanto Protezione civile e mezzi di soccorso coordinano le azioni per il ripristino della normali condizioni di operatività, sorvegliando Genova Marassi, San Fruttuoso e la Foce considerate "Zone Rosse". La città, in ginocchio, ha registrato un’alta affluenza di volontari e cittadini che, in questi giorni, sono scesi in strada per sgomberare le vie, le piazze e i negozi dal fango che ha invaso ogni angolo del capoluogo. L’azione volontaria degli Angeli del Fango si è sommata a quella dei Militari del genio pontieri dell’esercito e a quella di 200 altri soldati. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore