L’originale mais di Besnate torna a tavola dopo 60 anni

Sabato 13 dicembre si potrà degustare un prodotto tipico rinato grazie alla semina dell’originale varietà di mais nostrano locale

Il mais di Besnate torna a tavola dopo 60 anni. Grazie ad appassionati, a Slow Food e ad un’azienda agricola del territorio besnatese sabato 13 dicembre si potrà degustare un prodotto tipico rinato grazie alla semina dell’originale varietà di mais nostrano di Besnate.
Sabato 13 dicembre 2014 alle ore 17 in piazza Mazzini (municipio) a Besnate Claudia Boschetti dell’Azienda Agricola Al Roncaccio di Centenate e Alberto Senaldi di Slow Food provincia di Varese, in collaborazione del CRA e Pro Loco Besnate, presenteranno la produzione 2014 di questo mais con degustazione della polenta integrale macinata a pietra aperta a tutti.

La Condotta della Provincia di Varese di Slow Food nel 2014 ha iniziato la catalogazione delle produzioni agricole del territorio varesino.
Nell’ ambito del progetto di SLOW FOOD “Valorizzazione di mais antichi per alimentazione umana” si sta verificando le presenze di varietà di mais coltivati con continuità sin dagli anni ’60 e prelevando delle campionature per opportune analisi varietali.
Inoltre nella primavera 2014 in collaborazione con il CRA e’ stata seminata nel territorio varesino una parcella di terreno con semente antica di mais locale : il Mais Nostrano Locale di Besnate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore