Etiopia protagonista alla Libreria Pagina 18

Sabato 14 febbraio doppio appuntamento con il romanzo di Paolo Pobbiati e con la presentazione del progetto Fiori che rinascono in aiuto delle bambine etiopi

Incontro con l’Etiopia, passato e presente, un romanzo e un progetto di cooperazione. 
Paolo Pobbiati, già presidente di Amnesty International Italia,  presenta il suo libro Regine d’Ebano. 
Il Sole onlus racconta il progetto Fiori che rinascono in aiuto delle bambine etiopi.
Sabato 14 febbraio 2015, alle ore 17,30 alla Libreria Pagina 18 di Saronno, due eventi che hanno per protagonista l’Etiopia: Paolo Pobbiati presenta il libro Regine d’Ebano, un’avvincente romanzo dove intrighi e misteri si intrecciano sullo sfondo della storia del Paese africano, dalla fine del Settecento, alla caduta del regno dell’ultima imperatrice Mentewab, ai giorni nostri. Con l’occasione, l’Associazione Il Sole onlus presenterà il progetto Fiori che rinascono, dedicato alle bambine di Addis Abeba.
Interverranno Ornella Lavezzoli, presidente Il Sole onlus e Fabio Ronchetti, responsabile del progetto.
Con la collaborazione di Amnesty International – Saronno.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.