Guglielmotti chiede scusa alla Pro Patria

Il difensore, espulso ad Alessandria dopo soli 32' di gioco fa mea culpa: «Un errore grave commesso per foga agonistica, che ho pagato caro»

scuse davide guglielmotti pro patria

Passata la notte, sbollita la rabbia, Davide Guglielmotti chiede scusa a compagni, società e tifosi. Ieri sera – mercoledì – il difensore della Pro Patria si è fatto espellere – è la terza volta in stagione – poco dopo le mezz’ora del primo tempo, contribuendo così in modo pesante alla netta sconfitta dei tigrotti ad Alessandria.

A mente fredda il 21enne nato a Novara quindi, torna sullo sciagurato intervento del Moccagatta (gomitata a Mora e “rosso” diretto) e fa mea culpa con le parole che si possono leggere nella foto (vedi in alto) diffusa dall’ufficio stampa biancoblu.

«Ho commesso un errore grave, per foga agonistica. Non volevo fare male al mio avversario; un’ingenuità che è costata caro – scrive Guglielmotti – Voglio chiedere scusa a tutti, dai miei compagni al mister, allo staff e a tutti i tifosi».

di
Pubblicato il 02 aprile 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore