Neto, un altro sacrificio per il Varese

Sospetta, nuova, frattura per il brasiliano che si conferma simbolo della squadra nel bene e nel male. In difesa piace Rossi, giornata grigia per Forte

calcio varese latina serie b

BIRIGHITTI 6,5 – Non ha colpe sui due gol, ingenuo nel concedere la punizione a due (dubbia) in area, preciso però nelle uscite e nelle altre situazioni di gioco. Mette anche una gran pezza su un numero di Doudou a metà del secondo tempo.

LUONI 6 – Prende a sorpresa il posto di Fiamozzi e disputa una prova onesta e guardinga sulla fascia destra, attento nelle chiusure e senza prendere iniziative in spinta.

BORGHESE 4,5 – Avrebbe diversi buoni motivi per arrabbiarsi: il rigore negatogli sull’1-0, il blocco “cieco” subito in occasione del raddoppio ospite e via dicendo. Però sceglie il modo e il momento peggiori per perdere le staffe: fallo a favore e necessità di cercare compatti il pareggio. Sfuriata imperdonabile.

ROSSI 6,5 – Piace, là in mezzo, ad affrontare le difficoltà, a rincorrere Doudou e soci, a non arrendersi mai.

DE VITO 5,5 – Da quella parte di campo il Latina punge più che sul versante opposto; il terzino regge abbastanza l’urto ma sparisce nell’azione del secondo gol.

CRISTIANO 6 – Buon primo tempo, fatto di corsa e volontà nel provare a far avanzare la squadra pur con qualche imprecisione.
(Falcone 6 – Meno continuo ma più incisivo del compagno che sostituisce, il voto è lo stesso)

BLASI 6 – Una sola sbavatura: non riesce a fermare Bidaoui quando quest’ultimo scocca il cross da cui nasce il 2-1. Per il resto, altra prova solida: sta bene fisicamente e si vede quando parte di corsa a braccare gli avversari.
(Corti 5,5 – Entra e si fa ammonire: era diffidato e salterà Crotone. Non un gran modo per tornare in campo).

BARBERIS 5 – Si vede molto poco nella bagarre a centrocampo, forse sfavorito dal fatto che proprio lì si giochi la parte più fisica e sfiancante della partita. Di fatto, non incide mai.

CULINA 6,5 – Gran gol su punizione: tiro preciso, forte, chirurgico. Per il resto prova a fare lo Zecchin sulle palle inattive, senza grandi fortune (ma mette Borghese solo davanti alla porta dalla bandierina al 40′).
(Fiamozzi s. v. )

NETO PEREIRA 6 – Le prime voci del dopo partita dicono di una nuova frattura al piede per il brasiliano. Ci ha messo l’anima ma anche le ossa: resta il simbolo più grande di quest’era biancorossa, sempre sia lodato.

FORTE 5 – Lo spunto è quello già visto nelle ultime uscite, i risultati purtroppo non lo premiano: corre spesso a vuoto perché quando arriva al dunque cozza contro i difensori, salvo nell’occasione in cui è un difensore che cozza su di lui in area. Ma Ripa chiude gli occhi e non fischia.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 02 maggio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore