I treni del Museo Ogliari arrivano a Volandia

E' iniziato oggi il grande lavoro di trasferimento di locomotive, tram e carrozze fino ad oggi esposti a Villa Fantasia

Trasferimento museo Ogliari a Volandia

E’ iniziata oggi, lunedì 8 giugno, la grande operazione di trasferimento a Volandia dei mezzi ferroviari del Museo Ogliari di Ranco. Le locomotive, i tram e le carrozze che compongono la grande collezione dalla famiglia del professor Francesco Ogliari infatti, verranno tutte trasferite nell’area verde accanto ai capannoni ex-Caproni, oggi sede di Volandia, a Vizzola Ticino.

Galleria fotografica

Trasferimento museo Ogliari a Volandia 4 di 6

Una decisione annunciata nel settembre 2014 che oggi diventa realtà: i primi pezzi trasferiti sono una locomotiva a vapore gruppo 835 (usata per le manovre di carrozze e carri negli scali e nelle stazioni) e un piccolo motocarrello usato dalle squadre di manutenzione.
I circa 25mila pezzi della collezione, nel giro di breve, verranno infatti trasportati tutti nel museo a ridosso di Malpensa, andando a creare una esposizione all’aria aperta, che in qualche modo ricorderà la modalità espositiva di Ranco, con il suo mix affascinante e particolare tra ambiente verde e pezzi di archeologia industriale. L’area all’aperto a Volandia sarà almeno il doppio di quella fino ad oggi occupata a Villa Fantasia.

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 giugno 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Trasferimento museo Ogliari a Volandia 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore